Nizza, Favre crede nella qualificazione

FavreSarà un Nizza tutt’altro che arrendevole quello che domani sera affronterà il Napoli nel ritorno dello spareggio valevole l’accesso alla fase ai gironi di Champions League. Mister Favre ed il capitano Dante, nella conferenza stampa di oggi hanno fatto intendere che giocheranno alla morte nonostante il 2-0 da recuperare.

Questo, in sintesi, il loro pensiero:

Alla qualificazione ci credo, dobbiamo fare qualcosa di buono ma il Napoli è una grande squadra e al 90% sarà la stessa formazione dell’andata. Bisogna giocare più stretti, lavorare sul possesso palla in modo corale. Altrimenti non serve a nulla”. Come bisognerà fare per fermare Insigne e Mertens? “Prima di tutto saranno importanti Albiol e Koulibaly, a centrocampo sono rapidi e giocano con passaggi in profondità. Per noi quello è più importante“.

Su Balotelli e Snejider: “Non so se giocheranno, spero siano pronti per domani. Non li abbiamo visti tanto insieme in allenamento, ma si conoscono perchè hanno giocato insieme in passato e sapranno fare belle cose per il Nizza”.

Sulla possibile assenza di Mertens: “Non sapevo del ko di Mertens, domani bisognerà fare una grane gara. Il Napoli gioca da anni insieme, dovremo essere forti tatticamente. Facendo bene in avanti ma anche in difesa”. 

Ultima battuta su Seri, dato per partente in direzione Barcellona: “Ci sono voci di mercato, ma noi pensiamo solo alla gara di domani. Fino al 31 tutto è possibile, ma domani sarà con noi e pensiamo a fare bene”. Lo stadio pieno può aiutare il Nizza? “Sì, ma toccherà a noi disputare una grande gara per riaprire la qualificazione”.

Gli fa da eco Dante:“Daremo il massimo per passare il turno, se dovessimo segnare immagino i tifosi che daranno fuoco allo stadio. Sarà importantissimo fare gol e, soprattutto, non subirne”.

Potrebbe anche interessarti