Etihad Stadium, la casa del City: entrano 1200 tifosi al secondo e ha ben 8 ristoranti

Non avrà la storia ed il fascino ed il prestigio dell‘Old Trafford, stadio del Manchester United, ma l’altro impianto della città, dove giocano quelli del City, è veramente una struttura moderna e confortevole. D’altronde non poteva che essere così considerando che è stato inaugurato nel 2002. L’impianto venne progettato per  disputare le Olimpiadi del 2000 che la città era candidata ad ospitare. I giochi si disputarono poi a Sidney ma i lavori proseguirono per far disputare i giochi del Commonwealth del 2002. al termine, però, fu convertito ad impianto calcistico diventando la casa del Manchester City che nel frattempo lo aveva acquistato. Per motivi di sponsorizzazione è chiamato Etihad Stadium.

L’impianto, dunque, ha tutti i confort degli stadi di ultima generazione, basta pensare che i tifosi, anziché i tornelli, utilizzano una smart card ad RFID che permette l’ingresso di 1200 persone al secondo. Una galleria sotto lo stadio, consente all’allenatore di entrare direttamente nell’impianto.  lo stadio, inoltre, ha due sale conferenze ed otto ristoranti di cui due che affacciano sul terreno di gioco ed ha finanche l’autorizzazione a far ospitare matrimoni. Il terreno di gioco è il più grande d’Inghilterra.

Essendo tra gli stadi più grandi della nazione con i suoi oltre 60.000 posti, non è raro assistere a concerti.

Prima della gara, come di consuetudine per le squadre di “Premier League”, viene ascoltato l’inno che per il Manchester City è Blue Moon. Insomma per i tifosi partenopei, sarà di certo un bel vedere sia in campo che sulla struttura.

Potrebbe anche interessarti