Zapata: “Il Napoli non mi ha trattato bene. Pregavo per andare alla Sampdoria”

In pacchetto regalo insieme a Strinic, Duvan Zapata è pronto a cominciare la sua nuova esperienza alla Sampdoria. Al Secolo XIX, l’attaccante colombiano ha rilasciato un’intervista nella quale ha dichiarato di essere felice di cominciare bene alla Sampdoria, sentendo anche la fiducia della società e dell’allenatore, una sensazione che non ha mai provato con il Napoli, perchè come ha sottolineato, “Io per il Napoli non esistevo”. Parole al vetriolo contro la società azzurra che, secondo il calciatore, non ha mai realmente puntato e creduto nelle sue potenzialità e nel suo talento. Una situazione non di certo idilliaca, che lo ha spinto a chiedere e a pretendere una cessione:

LEGGI ANCHE
CLASSIFICA SERIE A/31esima giornata: crolla il Napoli a Udine, la Juve vede lo Scudetto

“Sono stato chiuso in un hotel di Milano fino a poco prima. Pregavo perché Ferrero confermasse la promessa di prendermi e lo ha fatto. Dal Napoli non mi sono sentito trattato molto bene”

Poi ha chiarito meglio, aggiungendo:

“Quando ti valutano così tanto dovrebbero anche seguirti, farti sentire importante, come ha fatto Ferrero. Invece per due mesi mi sono allenato da solo e non ho fatto neanche una partita amichevole. Sono state settimane dure. Comunque è passata, ora sono felice”.

Potrebbe anche interessarti