Jorginho: “Due anni fa non avremmo vinto con la Spal. Il segreto è…”

Molto interessante la conferenza stampa che ha preceduto Napoli – Feyenord, la partita di Champions League che si svolgerà domani sera al San Paolo. A rispondere ai tifosi sono stati Jorginho e mister Maurizio Sarri, ecco le domande e le relative risposte rivolte al centrocampista partenopeo:

Credi di aver raggiunto il tuo massimo o pensi di poter migliorare ancora?

Credo si possa migliorare sempre, non credo di aver raggiunto il massimo; sto lavorando per migliorare ancora, i margini di miglioramento ci sono.

Quante strade esistono per arrivare alla vittoria? Giocando sempre bene o ci sono altre strade?

La strada migliore è quella di vincere divertendosi e giocando a calcio. La partita con la Spal non l’avremmo vinta due anni fa, e questa è una cosa che dà motivazione.

Un messaggio ai tifosi e un pensiero su Milik.

Su Milik credo che dobbiamo pensare al gruppo, è un giocatore che mancherà ma l’importante è la rosa. Domani cercheremo di giocare bene e far divertire chi va allo stadio.

Due anni fa la partita con la Spal il Napoli non l’avrebbe vinta. Cosa è cambiato? Qual è il segreto?

È cambiata la mentalità, la voglia di portare a casa il risultato. La convinzione della squadra di voler vincere è cresciuta.

Cosa è cambiato tra questo Napoli e l’anno scorso?

Un gruppo che lavora insieme tanto tempo si conosce più e sa dove migliorare per non fare gli stessi errori.

Nella tua crescita c’è anche una crescita dal punto vista fisico. Fai un lavoro particolare?

È un lavoro che sto facendo anche in palestra, sto cercando di lavorare tanto da un po’ di tempo.

Potrebbe anche interessarti