Tre tifosi del Feyenoord arrestati. La società olandese avverte: “Non andate allo stadio”

scontri tifosi incidenti

Nono sono bastati i divieti imposti dalla Procura napoletana, a fermare i tifosi del Feyenoord nel partire per raggiungere la città campana, che stasera ospiterà la seconda sfida di Champions Napoli- Feyenoord. Già ieri in tardo pomeriggio, come conferma l’edizione odierna de Il Mattino, sono stati fermati tre giovani tifosi olandesi, ubriachi e facinorosi, che si sono scagliati contro una pattuglia di poliziotti lanciando sassi e pietre. I tre sono stati arrestati e condotti al carcere di Poggioreale con l’accusa di aggressione. Ma la polizia ha confermato che ci sono altri gruppetti di tifosi che si aggirano in città e che potrebbero causare non pochi problemi stasera nei pressi dello stadio. Per questo è necessario che l’apparato di vigilanza del San Paolo funzioni meglio del previsto, per evitare eventuali scontri, anche perchè è risaputa l’innata aggressività e violenza degli olandesi già protagonisti, impuniti, a Roma dello scempio di un monumento storico.

Per questo motivo, dopo aver appreso la notizia, il Feyenoord, attraverso il suo sito ufficiale invita i tifosi accorsi nella città di Napoli a rispettare il divieto imposto, anche se non condiviso dalla società calcistica olandese, e non presentarsi allo stadio. In quanto chi sarà in possesso del biglietto, non solo gli verrà confiscato, ma rischierà una multa accompagnato da un fermo.

Potrebbe anche interessarti