CASO VAR: Il direttore sportivo della Juventus multato e inibito per ingiurie al Var!

Non è andata giù alla Juventus. Il 2 a 2 rimediato a Bergamo contro l’Atalanta che ha lasciato il posto solitario in vetta alla classifica al Napoli, pesa ancora ai tifosi e alla squadra, soprattutto per come è andata. Infatti, l’arbitro Damato, scelto per dirigere il match, ha fatto ricorso al Var in due occasioni, modificando e capovolgendo il suo verdetto iniziale. In particolare annullando il goal di Bernardeschi a causa di un fallo di Lichtsteiner  sul Papu Gomez e l’assegnazione di un rigore, a causa di un contatto di spalla in area da Petagna, rivisto al Var e valutato come fallo dall’arbitro , ma miseramente fallito da Dybala. La partita termina in pareggio ed è caos e polemica dentro e fuori dal campo. Anche negli studi Sky si innesca una discussione in cui l’opinionista Massimo Mauro si schiera con la società juventina, sfortunata e punita da un Var che non andava utilizzato, o che addirittura è stato utilizzato male dallo stesso arbitro incapace di propendere, dopo aver visto le azioni in moviola, per la decisione giusta. Insomma quella del Var sarà una questione e un punto, dato i presupposti, che causerà per l’intera stagioni critiche, polemiche e malumori.

A rendere la situazione ancora più delicata e a testimonianza del malessere juventino, è la notizia che si apprende su Il Mattino, in cui si legge che Fabio Paratici, ds della Juventus, è stato inibito fino al 15 Ottobre e multato di 20 mila euro «per avere, al termine della partita contro l’Atalanta, nel tunnel che porta agli spogliatoi, proferito espressioni gravemente ingiuriose e insultanti nei confronti della Var». 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più