Carcere e multe per chi evade il canone Sky: arriva la prima condanna!

Chi evade i costi delle tv a pagamento, da oggi verà rintracciato e punito con carcere e multe salatissime. 

Non sono rari i casi di chi, pur di usufruire di un servizio, ma in maniera gratis, è ricorso a vari metodi ingegnosi come il sistema card sharing, ossia acquistando con poco i codici per accedere ai servizi a pagamento da un terzo che fungerebbe da pusher di questi servizi, il quale riuscirebbe a creare un bacino di clienti abbastanza vasto da poter guadagnare anche cifre stellari, pur rivendendo il servizio a prezzi modici e accessibili a tutti. Ma tutto ciò, non è più possibile.

A dare la notizia è Il Messaggero, confermando già una prima condanna a discapito di un certo Filippo I, 52enne palermitano costretto a scontare 4 mesi di carcere e a pagare 2ooo euro di multa per aver evaso, a scopo fraudolento, il pagamento corretto del canone Sky e, come si legge nel verbale: “per aver installato un apparecchio con decoder regolarmente alimentato alla rete Lan domestica ed internet collegato con apparato Tv e connessione all’impianto satellitare così rendendo visibili i canali televisivi del gruppo Sky Italia in assenza della relativa smart card”.

Potrebbe anche interessarti