È vero che nel Napoli giocano sempre gli stessi? Tutti i minutaggi degli azzurri

Dopo l’eliminazione Champions e la mediocre gara disputata contro il Feyenoord, terminata con una pesante sconfitta, gli azzurri hanno fallito anche il sorpasso in classifica, lasciando la poltrona della vetta all’Inter, che senza clamore a a fari mediatici spenti, prosegue il suo cammino a polmoni pieni e fortemente concentrata sull’obiettivo tricolore, che fa gola anche al Napoli e alla solita Juventus.

Domenica contro la Fiorentina, è stata una partita a due facce: un primo tempo opaco e appannato e un secondo tempo leggermente più fulgido, ma decisamente lento e a tratti macchinoso. E la sentenza-risposta a questo incredibile calo fisico e mentale del Napoli sembra essere sempre la stessa: gli azzurri sono stanchi. Una stanchezza frutto di un utilizzo, da parte di Sarri sempre degli stessi giocatori. Una rosa, che ad oggi, sembra essere striminzita e poco qualitativa, un dubbio insinuato anche dalle stesse dichiarazioni del mister toscano, che spesso ha ribadito di voler contare su giocatori a suo dire insostituibili e più adatti al suo gioco e centellinare i nuovi acquisti ancora acerbi. 

Siamo quasi alla fine della prima metà di campionato e Sarri, parla ancora di giocatori acerbi? Una squadra che concorre al tricolore, può permettersi il lusso di servirsi solo di 14, massimo 15 risorse umane a disposizione?

Probabilmente no. O almeno, ad oggi, il Napoli ha dimostrato di non riuscire a gestire il carico fisico di tutti i fronti calcistici nei quali è impegnato, utilizzando sempre gli stessi. Una fissazione, concedendoci la licenza del termine, da parte dell’allenatore che emerge anche dal conteggio in minutaggio di quei titolarissimi, nettamente superiore alla restante rosa, partendo da 0 e arrivando ad oltre mille minuti.

Una situazione che sta dando segni di insofferenza, già adesso, figuriamoci tra un mese o due.

Se è vero che a Gennaio, c’è la necessità di ricorrere sul mercato, a pari passo e a pari priorità, Sarri dovrà rivedere e correggere la sua lista titolarissimi e dare spazio a tutti e con maggiore frequenza, anche perchè le gambe di questi giocatori insostituibili, non dureranno fino a Maggio!

Ecco i dati:

PEPE REINA: 1418 minuti in 15 presenza

MARIO RUI: 312 minuti in 5 presenza

CHRISTIAN MAGGIO: 454 minuti in 7 presenza

VLAD CHIRICHES: 419 minuti in 5 presenza

ELSEID HYSAJ: 1219 minuti in 13 presenze

KALIDOU KOULIBALY: 1421 minuti in 15 presenza

RAUL ALBIOL: 1094 minuti in 12 presenze

ALLAN: 1079 minuti in 16 presenza

JORGINHO: 1133 minuti in 13 presenze

MAREK HAMSIK: 1248 minuti in 16 presenze

PIOTR ZIELINSKI: 675 minuti in 14 presenza

MARKO ROG: 196 minuti in 12 presenza

AMADOU DIAWARA: 382 minuti in 8 presenze

JOSE CALLEJON: 1357 minuti in 16 presenze

DRIES MERTENS: 1423 minuti in 16 presenze

LORENZO INSIGNE: 1324 minuti in 15 presenze

ADAM OUNAS: 103 minuti in 6 presenze

Gli altri:

LUIGI SEPE: 97 minuti in 1 presenza

LORENZO TONELLI: 0 minuti in 0 presenza

NIKOLA MAKSIMOVIC: 96 minuti in 1 presenza

EMANUELE GIACCHERINI: 72 minuti in 4 presenze

RAFAEL: 0 minuti per 0 presenze

Gli infortunati:

ARKADIUSZ MILIK: 98 minuti in 3 presenze

FAOUZI GHOULAM: 1033 minuti in 11 presenze

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più