ADL sul nuovo stadio del Napoli: “Dove lo costruiremo? Ve lo dico io”

Napoli – Che le condizioni architettoniche dello Stadio San Paolo non siano delle migliori è cosa detta e ridetta. L’arena del calcio, che è stata calpestata dalla leggenda Diego Armando Maradona è pronta ad andare in pensione. Una situazione che negli anni si è aggravata a causa delle troppe contese burocratiche tra il sindaco di Napoli e il Patron azzurro, su chi e come investire soldi per una vera e sana ristrutturazione di uno stadio che non ha nemmeno le caratteristiche basilari per essere presentato in visione mondiale al “calcio europeo”.

Per tale motivo, sembra ormai in via di attualizzazione l’idea di costruire un nuovo stadio. Progetto al quale De Laurentiis lavora da anni. Ed è stato lo stesso Presidente a rilevare, se così si può dire, alcuni indizi su quella che sarà la nuova area territoriale sulla quale dovrebbe sorgere il nuovo stadio.

Innanzitutto si è ben sottolineato nella nota che non è scontato che il nuovo tempio calcistico del Napoli sorga necessariamente a Castel Voltuno. Certo ci sono già dei contatti con le autorità competenti del comune casertano che già ospita il Centro Sportivo degli azzurri, ma non sono da escludere altre possibilità. Tra le quali c’è Melito, in quanto ci sarebbe la possibilità di avere a disposizione 100 ettari di terreno, sufficienti per la realizzazione di un progetto in grande come lo ha in mente il Presidente. Infine anche il Gruppo Coppola si è presentato al cospetto di De Laurentiis con un buon progetto che metterebbe a disposizione un vastissimo appezzamento di terreno sul quale poter costruire sia il Centro Sportivo che lo Stadio.

Ovviamente, come è stato sottolineato in chiusura delle nota ufficiale, si terrà conto anche della viabilità, dei tempi di percorrenza e dei collegamenti dei trasporti per venire in contro alle necessità di tutti i campani.

Potrebbe anche interessarti