ADL: “Sarri non mi è piaciuto, io non ho fatto errori. Voleva smontarmi la squadra…”

Maurizio Sarri ed Aurelio De Laurentiis non si sono lasciati proprio benissimo. Per settimane l’ex allenatore del Napoli è stato in silenzio, per poi parlare finalmente alla conferenza stampa di presentazione al Chelsea. In quell’occasione, Sarri ammise di aver fatto degli errori negli ultimi mesi al Napoli, così come De Laurentiis.

Un rapporto conflittuale, che ha portato ad un’insanabile rottura tra le parti. Parole, queste di Sarri, che non sono piaciute al patron del Napoli, che a Sky Sport ha così parlato dell’ex tecnico azzurro: “Non mi è piaciuto quando ha detto che abbiamo fatto tutti e due degli errori, io non credo di averne fatti. Aveva un contratto, avrei potuto dirglielo perché stava facendo un atto non accettabile nei confronti di calciatori che lui stesso aveva valutato di non grandissimo calibro“.

Poi, l’affondo: “Voleva smontarmi la squadra, portandola tutta in Inghilterra. Si è preso Jorginho, perché ad Ancelotti piace Diawara e c’era l’intenzione di spostare Hamsik in quella posizione“. Parole al miele, invece, per il nuovo allenatore, Carlo Ancelotti: “Io e Ancelotti non possiamo che andare d’accordo, abbiamo grande esperienza, non c’è contrapposizione possibile. Ci può essere un dibattito, ma sempre costruttivo. E’ uno che ti stimola e accetta di essere stimolato, il contraddittorio è sempre intelligente -dice -. Sembra una persona quasi dormiente, invece è un grande trascinatore. Non ti annoi mai quando parla, di qualsiasi argomento“.

Potrebbe anche interessarti