Napoli: attimi di terrore per il calciatore Zuniga

Zuniga

Attimi di terrore per il calciatore del Napoli Zuniga che, sabato sera dopo l’ultimo allenamento del campionato, ha subito una rapina nei pressi di Piazzale Tecchio, all’inizio di via Caravaggio.

Secondo il calciatore, i due rapinatori avrebbero inseguito l’auto (guidata da un altro azzurro, il connazionale Duvan Zapata) per svariati minuti, per poi procedere indisturbati al colpo. La rapina è durata poco minuti. Dopo un lungo “inseguimento” due scooter si sono affiancati all’auto, dal lato passeggero, uno dei due conducenti ha estratto la pistola bussando con la canna direttamente al finestrino dove sedeva Zuniga: a quel punto il calciatore ha deciso di calare il finestrino e nel momento esatto dell’azione, si è sentito dire “dammi l’orologio“. Il calciatore non ha esitato a consegnare il Rolex dinanzi alla minaccia della pistola ed ha continuato la serata andando al ristorante.  Solo successivamente, durante la nottata, ha deciso di denunciare l’episodio accaduto.

Non ci sono stati momenti di particolare tensione o nervosismo perchè nell’attimo in cui il calciatore ha ricevuto la minaccia, ha subito deciso di consegnare l’oggetto richiesto. Insomma, seconda quanto riportato dal calciatore, è molto probabile che i rapinatori provenissero dal San Paolo ed hanno subito preso di mira l’auto sin da quando i calciatori Zuniga e Zapata, hanno lasciato lo stadio.

Potrebbe anche interessarti