Ruiz, miglior giovane dell’anno: “Questo premio lo dedico a mia madre..”

Fabian Ruiz è arrivato al Napoli in estate dal Betis, dimostrandosi all’altezza della sua fama quando Ancelotti lo ha chiamato in causa. Autore già di tre reti, il centrocampista azzurro si è subito legato alla città partenopea, cosa che ha ribadito anche in un’intervista al Correo Andalucia: “Sono molto felice. La gente ti tratta come se fossi della loro famiglia, fin dal primo giorno. Mi hanno accolto molto bene e le cose stanno andando bene“.

Parole al miele, quelle del classe ’96, arrivate dopo la premiazione come ‘Giovane del 2018’ nella sua città, Los Palacios. Un‘integrazione in squadra non traumatica per Ruiz che ha subito trovato il supporto degli “spagnoli, come Albiol, Callejon“, ma anche un’immediata intesa con “Mertens, con il quale ho un buon feeling e ho passato un sacco tempo“. Napoli secondo in classifica, a – 9 dalla Juventus. Davanti ai numeri il centrocampista è realista ed ammette “che la Juve ha un grande potenziale“, ma è vietato arrendersi: “ci proveremo, daremo tutto, anche se è difficile“.

Poi ha dichiarato: “Il premio non è solo mio, ma di tutte le persone che mi hanno aiutato ad arrivare dove sono adesso. La mia famiglia, i miei amici, i miei colleghi e i miei ex compagni: da tutti ho imparato qualcosa. Questo premio è anche di mia madre, che ha lavorato tanto anche per me. Continuerò a lavorare sempre di più per migliorarmi e raggiungere i miei obiettivi“.

Potrebbe anche interessarti