Ancelotti: “Allan non sarà con noi a Milano. Il PSG? Non andrà via ora”

Carlo Ancelotti ha rilasciato una serie di dichiarazioni in conferenza stampa in vista della sfida contro il Milan di Gennaro Gattuso. Ancelotti è intervenuto su vari argomenti, primo su tutti sulla questione Allan e Rog: “Allan non sarà convocato.

“Ha avuto una settimana travagliata e preferiamo che resti qui a Napoli ad allenarsi e tornare carico in vista della gara di martedì. Allan rimarrà qui: è un giocatore importante per noi e lo sarà ancor di più nella seconda metà di stagione. C’è stata questa prospettiva Psg per lui, ma noi non avevamo alcuna necessità di cederlo.

“Poi se non si presentano le condizioni l’affare non si fa. Allan non è assolutamente demotivato, avrebbe voluto trasferirsi solo se si fossero presentate le condizioni ma non avremo alcun problema con lui. Per quanto riguarda Rog anche lui non è convocato perché mercoledì ha preso una botta alla gamba. Nel suo caso c’è la volontà di mandarlo a giocare in prestito ma alle nostre condizioni.

Ancelotti ha poi parlato del mercato di gennaio e del suo ritorno al San Siro da allenatore del Napoli: “Il mercato di gennaio è necessario per alcuni aggiustamenti e per alcune società può essere un ripiego per alcuni errori estivi.

“A Milano ho vissuto un sacco di emozioni positive e non vorrei mai giocare col Milan solo per una questione affettiva, ma il mestiere lo impone. Ci sarà grande emozione nell’incontrare Gattuso, perché sono legato a lui professionalmente ed affettivamente.”

Ancelotti ha parlato della condizione della sua rosa e del ritorno in campo dopo la squalifica di Insigne e Koulibaly, con una possibile novità su quest’ultimo:

“Mi avete preso in giro ma il Napoli ha una rosa di qualità e livello. Domani mi aspetto che tutti giochino bene e facciano una partita di sostanza. Segnali di maturità li abbiamo dati anche dopo partite come quella con la Juventus.  Insigne si è allenato bene, ha avuto un calo ma da lui mi aspetto che faccia ciò che sappia fare. Per ciò che dimostra in allenamento mi sembra ritrovato.

“Koulibaly capitano? Non so. Ci si può pensare ma non vogliamo enfatizzare troppo. Se gioca Hamsik è lui il capitano, o Insigne, c’è anche Callejon. Se non gioca nessuno dei tre, c’è Albiol. Se deve farlo Kalidou devo lasciarne troppi in panchina (ride).

“Fabian è un centrocampista moderno e può giocare in tutte le posizioni, ma anche altri azzurri possono giocare in tante posizioni. Verdi può giocare in tutte le posizioni d’attacco, così come Insigne e Zielinski.”

Carletto ha poi chiuso la conferenza parlando del caso Koulibaly e di un’ipotetica coppia a centrocampo con Allan: “Il caso Koulibaly è stato messo all’attenzione di tutti. Spero che non succeda nulla, se dovesse succedere ancora che ci siano azioni necessarie affinché non succeda più. 

“Io a centrocampo con Allan? Saremmo una coppia perfetta. Dicevano che correvo tanto, in realtà usavo molto più la testa.”

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più