Sarri alla Juve, petizione alla Treccani: “Cancellare la parola Sarrismo dal Vocabolario”

Come era più che prevedibile, i tifosi napoletani non hanno gradito il passaggio di Maurizio Sarri alla Juventus. Il “comandante” ha tradito, passando ai bianconeri dopo le continue parole d’amore per i suoi ex tifosi e dopo quello scudetto perso in perso in albergo, quel dito medio e le tante invettive contro il sistema ed il Palazzo.

Tra Napoli e Sarri c’era un sentimento che non potrà più tornare. Tanto forte era il legame che perfino la Treccani l’aveva riconosciuto, includendo la parola Sarrismo nel proprio vocabolario:

“Il concetto più forte e più vicino al sarrismo è quello dell’appartenenza. Sarri è napoletano dentro, lo è nei gesti, nelle parole e nei concetti. È figlio di un popolo che tra mille difficoltà trova le risorse per emergere e farsi valere nel mondo, in qualsiasi ambito”.

Su change.org è apparsa una petizione per la cancellazione del termine e la rimozione di ogni collegamento tra sarrismo e Napoli:

“Nel 2018 l’Istituto Enciclopedico Treccani ha introdotto nella propria enciclopedia il termine “sarrismo” definendolo come : La concezione del gioco del calcio propugnata dall’allenatore Maurizio Sarri, fondata sulla velocità e la propensione offensiva; per estensione, l’interpretazione della personalità di Sarri come espressione sanguigna dell’anima popolare della città di Napoli e del suo tifo.

Dopo il passaggio di Sarri alla Juventus, ogni riferimento alla identità, anche calcistico, della città di Napoli, appare decisamente offensivo e mortificante”.

Potrebbe anche interessarti