“Higuain vuole il Napoli”: i pro e i contro del suo ritorno sotto il Vesuvio

higuain napoli juvePer ora è solo una voce di mercato. Una di tante che si ascoltano in questi mesi di trattative. Eppure c’è qualcuno che pensa che Higuain possa tornare tra le fila del Napoli.

Il Pipita alla Juventus non ha mai trovato la propria collocazione ideale. Innanzitutto perché è uno di quei giocatori che deve avere le spalle coperte, nel senso che la squadra deve giocare per lui. I bianconeri invece fanno del gioco di squadra il punto di forza dove nessuno è indispensabile. Ci sono tante voci su di lui, soprattutto dalla Capitale sponda giallorossa per sostituire un Dzeko in partenza. Ma l’argentino non è convinto del progetto di Fonseca.

Così ecco l’idea Napoli, una pazza idea che tifosi e giocatori non sono pronti ad accettare. Ha lasciato Napoli – secondo molti tifosi partenopei – da traditore per non trovare fortuna allo Juventus Stadium. Questo ha creato il gelo tra lo stesso giocatore ed il suo vecchio ambiente.

Però un suo ritorno potrebbe essere gradito da Gonzalo che a Napoli ha trovato la sua dimensione ideale. Ha siglato il record di marcature nel nostro campionato che apparteneva addirittura a Nordhal. Conosce bene la piazza, i tifosi, la società e può ancora dare tanto. Certo il suo rendimento è drasticamente calato da quando ha lasciato il Vesuvio alle spalle. Il dubbio che sia in una fase calante della sua carriera o il non aver trovato la squadra adatta sarà solo il tempo a scioglierlo.

La tifoseria ovviamente non accetterebbe mai un simile ritorno, però in realtà Higuain potrebbe andare a sistemare una volta per tutte l’attacco di Ancelotti. Da tempo si parla di un innesto di peso lì davanti. Soprattutto perché Milik sembra non reggere il peso delle grandi sfide. Molti tifosi e giornalisti sportivi infatti a Dimaro hanno criticato il polacco. L’allenatore forse saprebbe trarne il massimo vantaggio.

Anche alcuni calciatori avrebbero le stesse difficoltà dei tifosi, soprattutto per quanto riguarda Mertens che non gli fece neanche gli auguri per il compleanno. O anche Callejon che non ricambiò il suo abbraccio. Basterebbe un suo gol contro la Juventus alla seconda di campionato per risanare il rapporto?

Il problema quindi è solo mettere da parte l’orgoglio e pensare al bene della squadra, considerando i pro e i contro senza rancori ma solo con il cervello. Perché Higuain è un fuoriclasse, lo ha sempre dimostrato e potrebbe essere quel colpo definitivo per fare il grande salto di qualità e colmare il GAP con la Juventus dell’altro traditore. Maurizio Sarri.

Potrebbe anche interessarti