Juve-Napoli vietata ai Campani, il Questore di Torino: “Decisione discriminatoria, non parliamo con le società per email”

Juventus Stadium Juve Napoli

TORINO –  Duro il commento del Questore di Torino Roberto De Matteis in merito al divieto di vendita ai campani dei biglietti dell’incontro Juventus – Napoli del prossimo 31 agosto.

«Una misura dubbia e discriminatoria che potrebbe avere anche un valore razzista», ha affermato il Questore a “Repubblica”.

«Noi non parliamo – ha aggiunto De Matteis – con la società per email o telefonate, ma negli organi preposti che sono il Gruppo operativo per la sicurezza e l’Osservatorio per le manifestazioni sportive, che su quella partita non si sono ancora espresse e comunque non avrebbero mai avallato un provvedimento di quel tipo».

A nulla è servita, pertanto, la pubblicazione da parte della società bianconera delle mail inviate alla questura, se non che a confermare il fallimento della strategia adottata dalla Juve nel disperato tentativo di uscire dall’impasse da lei stessa creato.

Condividere lo screen di una mail al fine di coinvolgere la Questura di Torino nella decisione di vietare ai campani l’accesso allo Stadium non ha fatto altro che confermare l’ovvio. Ovvero, che la decisione è stata presa esclusivamente dalla società bianconera.

Insomma, anche alla Vecchia Signora può capitare di incorrere in clamorose cadute di stile. Magari, è proprio nell’eccessiva fiducia in tale “stile” che il rischio di clamorosi autogol, come quello appena verificatosi, possono diventare sempre più concreti.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più