Insigne: “Alcuni tifosi mi reputano presuntuoso, io per il Napoli mi farei ammazzare”

Dal ritiro della Nazionale Italiana, Lorenzo Insigne parla della sua attuale esperienza al Napoli e dei problemi legati alle prestazioni e al rapporto particolare con i tifosi della sua città. Ai colleghi di Rai Sport, il capitano si esprime così:

“Champions o Europeo? A Napoli è arrivato il momento di vincere, lo aspettiamo da troppo tempo ormai. Ciò non toglie che disputeremo comunque un grande Europeo. “Alcuni tifosi del Napoli non mi hanno capito, mi reputano presuntuoso come se avessero un’immagine diversa da quello che sono realmente. Chi la pensa così spero tanto possa farsi un’altra idea sul mio conto, vorrei che mi stessero vicino perché io per la maglia azzurra mi farei ammazzare“.

Si continua sul ruolo e sul rapporto con mister Ancelotti: “Il rapporto con Ancelotti è particolare, a volte ci capita di litigare, tutto dovuto ai nostri caratteri. Carlo resta un grandissimo allenatore e spero vivamente di vincere con lui. In due anni di allenamenti con lui, qualche volta è capitato di rispondere alle sue osservazioni ma sono episodi che restano lì e soprattutto non si prolungano. Ovviamente non succede solo questo, spesso capita anche di scherzare con il mister”. 

Infine il ricordo dell’ex mister Sarri: “Quello che ha fatto Sarri per questa squadra pesa nei giudizi, io la penso così. Spero che faccia bene perché gli voglio bene per tutto quello che ha fatto per Napoli e il Napoli”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più