Loading...

Spaccatura nello spogliatoio del Napoli: c’era chi voleva andare in ritiro

Ritiro Napoli - MertensL’allenamento mattutino degli azzurri non è terminato nel migliore dei modi. Dopo la spaccatura tra rosa e società, anche tra gli stessi compagni di squadra c’è una divisione d’intenti.

Dopo la partita di ieri terminata con il risultato di 1-1 tra Napoli e Salisburgo, che comunque tiene lontani gli austriaci in classifica, i giocatori hanno deciso di disertare il ritiro imposto dalla società.

La notizia non è stata accolta bene dal presidente De Laurentiis che sicuramente farà sentire nuovamente la propria voce. Questo però non è tutto. Perché pochi minuti fa, dopo la consueta seduta di allenamento mattutino svoltasi a Castelvolturno, alcuni giocatori volevano tener fede all’imposizione del ritiro mentre altri proseguivano sulla linea di disertarlo.

Una rottura nella rottura quindi per una squadra che quest’anno non trova pace neanche in Champions League dove i risultati non sono per niente male.

La spaccatura però all’interno dello spogliatoio stesso potrebbe essere l’ultima goccia che fa traboccare il vaso. Un momento di tale confusione non si era mai vissuto nell’epoca di ADL.

Una rottura interna che De Laurentiis ed Ancelotti, laddove prosegua il rapporto, dovrebbero trovare una soluzione per tenere a bada la questione.

Certo non è facile gestire una situazione del genere. I giocatori sono infuriati con il presidente ma sono anche confusi dalle soluzioni di gioco del tecnico. Carlo Ancelotti infatti insiste nell’andare avanti con una mediana formata da trequartisti, e schierare Insigne, uno dei perni della rosa, in n ruolo a lui non congeniale.

Insomma la situazione è alquanto critica, più che per i risultati è una questione di atteggiamento e rispetto reciproco che sta venendo a mancare. I tifosi aspettano una qualche decisione che possa far rientrare l’allarme e che possa finalmente contribuire a far tornare la squadra affiatata come un tempo. 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più