Ultimatum ad Ancelotti: fiducia fino a contro il Liverpool, previsto un cambio modulo

Carlo AncelottiIl Napoli sta affrontando un periodo molto complicato a causa della spaccatura dello spogliatoio. Ma presidente e tifosi chiedono a gran voce un cambio di rotta. ADL ha confermato la fiducia verso mister Carlo Ancelotti ma solo fino al match con il Liverpool. L’allenatore non può più sbagliare e sta pensando di tornare al 4-3-3.

Negli ultimi anni gli azzurri non sono mai caduti così in basso. Al di là della posizione di classifica, sembra essere entrato in un tunnel senza vie d’uscita. Al momento però de Laurentiis ha comunque confermato Ancelotti nell’attesa delle due prossime sfide molto delicate. La prima con il Milan e la seconda, contro i campioni del Liverpool.

Per queste occasioni Carlo Ancelotti sembrerebbe voler optare verso un modulo più congeniale ai giocatori partenopei, il 4-3-3. Con la formazione schierata sinora infatti, le caratteristiche di Insigne, Callejon (che comunque si adattava bene), e soprattutto dei trequartisti Fabian Ruiz e Zielinski, erano intrappolate dal modulo.

Con il 4-3-3 lo spagnolo ed il capitano potrebbero agire molto più avanzati con Insigne che sarebbe più vicino alla porta e senza particolari obblighi di copertura. Per Callejon anche ci sarà la possibilità di poter inserirsi maggiormente come ha sempre fatto.

I due centrocampisti invece sono forse i più colpiti dalle loro attuali posizioni. Giocando con un 4-4-2 mettendo in mediana due trequartisti non si poteva garantire ma la copertura perché non sono abituati, né potevano dedicarsi alla fase offensiva.

Insomma il cambio di modulo potrebbe essere una scelta sensata per cambiare la rotta. Almeno questo è ciò che si augurano tutti, presidente compreso. In caso contrario, se Ancelotti non dovesse portare a casa risultati positivi, allora si penserà seriamente alla rescissione contrattuale nonostante l’ingaggio pesante dell’allenatore.

Saranno due settimane in cui i giocatori rimasti alla corte di Ancelotti dovranno dare il massimo e dimostrare alla propria gente che il Napoli non è quello visto fino a questo momento.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più