Cori razzisti, Ranieri: “Chiedo scusa ai napoletani. Sono molto legato a Napoli”

claudio ranieri
Foto: U.C. Sampdoria

Una vittoria riacciuffata alla fine, un 4 a 2 fuori casa fatto di grinta e passione, sentimenti che sembrano essere tornati grazie alla guida di Gennaro Gatturo. Sampdoria – Napoli è stata una di quelle partite che ha fatto emozionare i tifosi azzurri, macchiata soltanto dalla stupidità di qualche tifoso blucerchiato che ha intonato i soliti cori razzisti.

Claudio Ranieri non l’ha presa tanto bene. L’allenatore romano, lo sappiamo tutti, è molto legato alla città di Napoli dove ha trascorso una parte della sua carriera: “Napoli è una meraviglia che ho ancora davanti agli occhi”,questo il pensiero sulla nostra città. Così si è espresso in conferenza stampa:

“I cori? Mi dispiace tantissimo, tanto più che sono molto legato a Napoli. Noi siamo bravi e, ripeto, mi dispiace. Chiedo scusa a tutti i tifosi napoletani, evidentemente i nostri tifosi erano arrabbiati con l’arbitro e si sono sfogati con cori che non c’entrano niente”.

Un’uscita sincera e apprezzata, d’altra parte Claudio Ranieri è uno dei pochi veri ed autentici signori rimasti nel mondo del calcio.

Potrebbe anche interessarti