“Mi chiamo Diego Armando Maradona”: a Torre Annunziata un omonimo del D10S

L’amore per il calcio non ha confini, soprattutto per i napoletani. Ne è la prova Diego Armando Maradona Mollica, un ragazzo di Torre Annunziata che porta esattamente lo stesso nome del nostro amato numero 10.

Ospite del programma ItaliaSì!, condotto da Marco Lioni, il giovane ha raccontato la sua storia. “Quando sono nato, mio padre, tifoso sfegatato del Napoli e di Maradona, ha deciso di darmi il suo nome per intero. Lui ci tiene sempre a precisare questa cosa: ‘Mio figlio si chiama Diego Armando Maradona, il tutto senza alcuna virgola’“.

Tutti pazzi per Diego: le gemelle Mara e Dona

Così, il 24 luglio di 35 anni fa, un bimbo appena nato fu registrato all’anagrafe di Torre Annunziata con un nome che non aveva eguali. La notizia, ovviamente, fu subito ripresa da diversi giornali. Alla domanda del conduttore Marco Lioni, che chiede a Diego cosa abbia significato per lui chiamarsi in quel modo, il giovane risponde:

Per me ha significato tanto, porto un nome importantissimo, il nome del calciatore più forte di tutti i tempi. Questo nome mi ha portato cose bellissime, tra cui l’incontro con lo stesso Diego Armando Maradona“, continua il giovane.

Ad oggi, Diego Armando Maradona Mollica è titolare di una pizzeria a Boscoreale. A chi insinua che il padre possa essere una persona problematica per avergli dato un nome del genere, Diego risponde in questo modo: “Mio padre ha lavorato per tanti anni come impiegato comunale, preparava i buoni pasto per gli alunni. Vedeva tanti bambini con nomi come Pasquale, Francesco, Nicola… e quindi ha detto, perché non Diego Armando Maradona?”.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più