Per il Napoli tris di trasferte di fuoco. Prima il Milan, poi Roma e Juve

Foto Ssc Napoli

Per il Napoli il calendario si complica: arrivano tre trasferte difficili. Domenica sera alle 20 e 45 scenderà in campo contro il Milan, poi all’Olimpico contro la Roma e infine a Torino contro la Juve.

Il Napoli, dopo la vittoria in casa contro il Bologna, nell’ultimo turno di campionato, ha cominciato a ritrovare la pericolosità di  Victor Osimhen, che infatti è andato a segno. Contro il Milan il nigeriano dovrebbe partire titolare, è in ballottaggio con Martens. Il belga sta rientrando in condizione. Due conferme invece sono Matteo Politano e Lorenzo Insigne; il capitano è sempre più decisivo in partita. Nell’ultima contro il Bologna in casa, conclusa con la vittoria del Napoli per 3 a 1, ha segnato una doppietta.
Lozano invece partirà dalla panchina. Gattuso pensa a un posto da titolare per lui nel match contro la Juve.

Il Napoli, nel match d’andata ha subito una sconfitta dal Milan. Tuttavia, considerati i precedenti tra le due squadre, giocati a San siro, il Milan non vince dal dicembre del 2014  (2-0 con le reti di Ménez e Bonaventura). Gli azzurri arrivano alla gara di domenica a -3 punti dalla zona Champions, i rossoneri invece devono riguadagnare terreno se vogliono continuare a tenere il passo dell’Inter, che è in vetta alla classifica a +6.

La squadra di Pioli a pochi giorni dalla sfida contro i partenopei ha giocato a Manchester nell’ impegno di Europa League contro lo United, portando a casa un paraggio e una prestazione convincente. Per quanto riguarda l’organico ha recuperato Theo Hernandez e Hakan Calhanoglu. Ibra, che era stato protagonista nella partita d’andata contro il Napoli, questa volta è ancora tra gli indisponibili.

Inevitabilmente per Rino Gattuso quella contro il Milan sarà una partita speciale. Lui, che ha giocato con la maglia rossonera, dal 1999 al 2012, è stato un centrocampista sempre grintoso, aggressivo. In quegli anni ha vinto due scudetti, due Champions League, due Super Coppe italiane, due Coppe Uefa e una Coppa Italia. Da allenatore dei diavoli dal 2017 al 2019 ha invece totalizzato 82 panchine, con 40 vittorie, 22 pareggi e 20 sconfitte.

Dopo il Milan il Napoli avrà la sfida contro la Roma  il 21 marzo alle 20 e 45: lo scontro diretto per un posto in Europa. Nella partita d’andata vinse il Napoli, battendo i giallorossi per 4 a 0. Gli azzurri dominarono la gara, giocata, tra l’altro, nella settimana della morte di Diego Armando Maradona.

Il 7 Aprile
dovrà recuperare invece la partita contro la Juve, che quindi non si giocherà più mercoledì 17 Marzo. Un match sempre molto sentito da entrambe le squadre e le rispettive tifoserie. Il ritorno, già giocato in casa del Napoli, ha visto gli azzurri vincere per 1 a 0.
I bianconeri arriveranno alla partita reduci dall’eliminazione dalla Champions League.

 

Potrebbe anche interessarti