Covid, l’ex Napoli Alemao ricoverato in Brasile: le sue condizioni sono gravi

Careca, Maradona ed Alemao

L’ex leggenda del centrocampo del Napoli e della nazionale brasiliana Ricardo Alemao è stato ricoverato in ospedale causa Covid-19. A riferire la notizia è “Jornal do Brasil”.

L’ex azzurro si trova attualmente presso un nosocomio di Belo Horizonte per le cure del caso. Anche la moglie, incinta di otto mesi, risulta positiva al Coronavirus. La situazione in Brasile e in tutto il sud America non è delle più semplice a causa del virus. Tanti infatti sono i cittadini che in questi mesi si sono contagiati e sono morti. Al momento le condizioni di Alemao pare che siano preoccupanti.

 

Chi è Ricardo Alemao?

Soprannominato Alemao per i suoi tratti tipicamente tedeschi, Ricardo Rogério de Brito è rimasto nel cuore di tutti i napoletani. Compagno di squadra di Diego Armando Maradona, prima di vestire l’azzurro ha giocato tanti anni in patria con il Botafogo. Centrocampista difensivo, forte fisicamente e dotato di grande tenacia, era in possesso di un affinato senso tattico.

La sua carriera a Napoli iniziò nel 1988 e durò 4 anni, costellati però dalla vittoria del secondo scudetto del Napoli, della SuperCoppa Italiana e della Coppa Uefa. Alemao è ricordato da molti per l‘episodio della monetina che di fatto decise quel campionato 1989-90.

Era l’8 aprile 1990 e durante un Atalanta Napoli, dagli spalti arrivò una monetina che colpì Alemao e che diede al Napoli 2 punti a tavolino. Dopo trenta giornate il Napoli era secondo ad un punto dal Milan. Con i due punti a tavolino agganciò il Milan in testa alla classifica. Le due squadre rimasero appaiate anche la domenica successiva. Alla penultima giornata, il Napoli, vittorioso a Bologna, allungò sul Milan, sconfitto a Verona. E fu il secondo scudetto.

Potrebbe anche interessarti