Giovanni Di Lorenzo leader della nazionale: un muro contro l’attacco spagnolo

Giovanni Di Lorenzo, il migliore in campo che non ti aspetti nella semifinale contro la Spagna. Sì, è vero, il premio come MVP l’ha vinto Federico Chiesa ma perché “gli attaccanti fanno vendere i biglietti e i difensori fanno vincere le partite” recita un motto caro nella NFL americana.

E ieri sera Di Lorenzo l’ha fatta vincere più volta la partita all’Italia. Sempre preciso nelle chiusure e nelle diagonali difensive, il terzino destro del Napoli ha mostrato a tutto il Paese di meritarsi quel posto da titolare in questo Europeo.

Partito in sordina, come sostituto di Florenzi, dopo l’infortunio dell’ex Roma, Di Lorenzo si è subito fatto trovare pronto e già contro la Svizzera ha dato sfoggio ad una delle sue migliori prestazioni. Nell’Europeo di Giovanni non si può dimenticare quella sgroppata sulla fascia al 120′ del secondo tempo supplementare contro l’Austria quando, palla al piede, è partito in solitaria per portare il pallone il più lontano possibile dalla difesa azzurra.

Ieri Di Lorenzo non ha fatto solo il terzino destro, in maniera impeccabile sbattendo tutte le porte in faccia a Ferran Torres ma, successivamente, è stato spostato a sinistra con l’ingresso di Toloi. Dalla sua parte questa volta si affacciavano Oyarzabal e Dan Olmo, due dei migliori in campo per la Spagna, ma lui non si è fatto impressionare e ha continuato a giocare la sua monumentale partita.

La storia di Di Lorenzo, classe 1993 è una di quelle da favola, un giocatore che si è fatto da solo e che solamente 4 anni fa giocava ancora in Lega Pro. Il passaggio all’Empoli e poi l’approdo al Napoli dove il suo contratto, in scadenza nel 2025 dovrebbe essere prolungato di un anno aggiuntivo.

Oggi invece è il protagonista indiscusso di questa nazionale italiana nonostante non abbia quell’esperienza tale da poterlo elevare a leader. Lui invece in silenzio e con i fatti si fa grande insieme al gruppo e ci porta a Wembley a giocare la finale dell’Europeo.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giovanni Di Lorenzo (@dilorenzo22)

Potrebbe anche interessarti