Napoli-Legia Varsavia, paura per gli scontri: trasferta vietata ai tifosi polacchi

Il rischio scontri è troppo alto e per questo motivo la Prefettura di Napoli ha deciso di vietare la trasferta dei residenti in Polonia per l’incontro di Europa League Napoli-Legia Varsavia del prossimo 21 ottobre. Ad annunciarlo è stata la stessa società azzurra con un tweet sul proprio profilo.

La Prefettura di Napoli ha disposto il divieto di vendita di biglietti di ingresso allo Stadio Diego Armando Maradona ai residenti in Polonia per l’incontro Napoli-Legia Varsavia del prossimo 21 ottobre“.

 

Il tutto è dovuto a vecchi scontri avvenuti nel 2015 quando gli stessi sostenitori del Legia arrivarono a Napoli per una partita di Champions League e la distrussero. L’episodio più grave fu quello verificatosi tra via Galileo Ferraris e via Marina. Un gruppo di supporters del Legia circondò una Mercedes su cui viaggiavano 4 napoletani colpendola con calci e pugni: i quattro, ventenni, furono fatti scendere, l’auto incendiata e uno di loro fu picchiato, riportando ferite al volto che richiesero il ricorso al pronto soccorso. Scontri che avvennero anche a Capodichino tra tifosi napoletani, bulgari – alleati con i partenopei – e i polacchi.

Potrebbe anche interessarti