Hamsik: “Vorrei chiudere la carriera al Napoli. Mi voleva la Juve, non ci ho neanche pensato”

Marek Hamsik intervista Dazn
Marek Hamsik intervistato da Dazn

Marek Hamsik tornerebbe volentieri a Napoli per chiudere la carriera. L’ex capitano del Napoli, attualmente campione di Turchia con il Trabzonspor, è stato intervistato dalla emittente Dazn. Il passaggio più importante riguarda sicuramente la possibilità di vestire ancora la maglia azzurra: “Chiudere la carriera a Napoli? Se mi chiamassero sarebbe impossibile dire di no. Certo che mi piacerebbe perché no?”.

Hamsik a Dazn: “La Juve mi voleva, io non ci ho neanche pensato”

Il legame con Napoli è stato subito fortissimo. È diventato capitano a soli 22 anni, il più giovane a indossare la fascia nella storia del club: da lì cinque rinnovi e il rifiuto delle offerte di Juventus, Milan e Inter. “Se non ci fosse stata la Cina avrei chiuso la carriera a Napoli. Negli anni mi hanno voluto Allegri al Milan nel 2012, Mazzarri all’Inter nel 2014, poi più volte la Juventus con le chiamate di Nedved. Io non ci ho mai nemmeno pensato. Ho sempre rifiutato e rinnovato 5 volte in azzurro. Al Napoli ho sempre avuto tutto ciò che mi serviva. Io mi trovavo bene, anche la mia famiglia. Quando volevo rinnovare la società mi dava quello che volevo”.

Un futuro possibile nella dirigenza del Napoli

La separazione dal Napoli è avvenuta conservando buoni rapporti, soprattutto il presidente Aurelio De Laurentiis che gli ha detto: “Quando finisci col calcio giocato fammi sapere che parliamo di un posto in dirigenza”. Il periodo più bello e divertente è stato sicuramente quello guidato da Maurizio Sarri: “Giocavamo a memoria, massimo due tocchi. Sarri si girava di spalle e non ci guardava, ascoltava solo il rumore della palla per capire che giocavamo bene”. Poi scherza: “Se facevamo tre tocchi? Fumava cinque sigarette in più”.


Potrebbe anche interessarti