Divieto di trasferta, Manfredi si schiera con i tifosi: “A Napoli c’è grande sportività”

gaetano manfredi
Gaetano Manfredi

Il sindaco Gaetano Manfredi si schiera con i tifosi del Napoli. Il primo cittadino ha parlato a TGcom24 in merito alla possibilità che venga introdotto il divieto di trasferta nei confronti dei sostenitori partenopei, dopo la rissa con i tifosi della Roma sull’autostrada A1.

Divieto di trasferta: il sindaco Gaetano Manfredi con i tifosi del Napoli

“Io rispetto ovviamente le decisioni del ministro Piantedosi con cui abbiamo un’ottima collaborazione e con cui stiamo lavorando molto bene – ha dichiarato Gaetano Manfredi – È chiaro che mi augurerei che si penalizzassero i tifosi violenti, ma non i tanti sostenitori che seguono la squadra anche in trasferta e che ovviamente non hanno nulla a che fare con quei tifosi violenti. Un intervento più selettivo aiuterebbe ad avere una risposta più efficace a un problema esistente, ma che va affrontato colpendo i veri colpevoli di atti violenti e gratuiti”.

“Napoli è una città in cui il calcio è un elemento importante – ha continuato – C’è grande sportività e non si può identificare la città con delle frange di tifosi violenti che sono una forte minoranza e che sono sempre stati gestiti da società e città con grande rigore. Per questo spero che i provvedimenti non penalizzino tutti, ma isolino queste frange fatte spesso da persone che allo stadio nemmeno entrano. Lo sport in questa dinamica è una scusa per una violenza fine a se stessa”.

Misure drastiche possibili contro le tifoserie coinvolte

Dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi del ministro Piantedosi, che aveva parlato di misure ispirate al massimo rigore, era emersa l’ipotesi che la partita Napoli-Juventus di stasera potesse essere interessata dalla chiusura del settore ospiti. Così, al contrario, non è stato. Resta viva l’eventualità che dei provvedimenti possano essere presi nei confronti delle tifoserie direttamente coinvolte, una decisione che però penalizzerebbe anche chi segue lo sport in modo sano.


Potrebbe anche interessarti