Napoli, c’ è un dato sugli spettatori che mancava dalla serie C

Stadio San Paolo

Mai cosi male nell ’era De Laurentiis. Sarà stato il contraccolpo per il mancato passaggio del turno nei play off di Champions League o un inizio di stagione non certo dei migliori, sta di fatto che il Napoli di De Laurentiis nel suo ottavo anno consecutivo di serie A ha battuto un record negativo che non fa sicuramente piacere alla società partenopea.

Nelle prime cinque giornate di campionato al San Paolo si è potuto notare un affluenza all’impianto di Furigrotta decisamente ridotta rispetto ai normali standard del pubblico azzurro.  Nella prima gara in casa col Chievo, gli spettatori presenti al San Paolo erano poco più di 35.000 e, aspettando la partita di domenica col Cagliari, resta quella con i clivensi la gara che ha fatto registrare al San Paolo la miglior affluenza di pubblico. Domenica col Cagliari si sfioreranno le cinquantamila presenze, ma  un record negativo è stato ormai abbattuto: mai nelle prime cinque gare interne di campionato di serie A  del nuovo Napoli di De Laurentiis, il San Paolo si era riempito per un massimo di 35000 spettatori, come invece accaduto in questo campionato. Un affluenza cosi negativa non si è avuta nemmeno  nella seconda stagione in A (2008/2009) con la squalifica delle curve per le prime quattro giornate casalinghe,  ma alla quinta di campionato con la Reggina il San Paolo presentava quasi il tutto esaurito.

In questa speciale statistica, si evince che il Napoli ha fatto meglio anche nella stagione di serie B e nella prima di  serie C1: all’esordio in serie B col Treviso c’erano quasi 50.000 spettatori, mentre nella prima stagione di serie C all’esordio col Cittadella erano presenti 60.000 tifosi.  Solo nel secondo  anno di serie C1 il Napoli ha fatto peggio di questa stagione, dove il massimo degli spettatori si raggiunse alla quinta in casa con la Sangiovannese (33.500 spettatori).  Nel secondo campionato di C, il San Paolo si presentava sicuramente meno pieno rispetto all’anno precedente: eppure nella prima stagione in C gli azzurri raggiunsero il terzo posto, mentre nella successiva vinsero il campionato a metà Aprile.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più