Video.Il primo uomo dell’era De Laurentiis: Sosa e il gol al Chieti

Roberto Sosa
Quando Aurelio De Laurentiis, acquistò il titolo sportivo dalla curatela fallimentare il 6 settembre del 2004, il Napoli non era che un pezzo di carta. Bisognò ricostruire tutto dal nulla e ripartire dalla Serie C1. Il primo calciatore a firmare un contratto per il Napoli Soccer  fu Roberto Carlos Sosa,  per i tifosi, “el Pampa”. Decise di trasferirsi a Napoli quando fu Pierpaolo Marino a chiederglielo, lo stesso direttore generale che dall’Argentina lo aveva portato ad Udine.

L’argentino classe ’75, di ruolo attaccante, inizia la sua carriera nel 1995 nel Gimnasia la Plata. Arriva in Italia nel 1998 quando firma un contratto con l’Udinese e nonostante le molte difficoltà del campionato di Serie A si ambienta facilmente. Nel 2002 ritorna in patria al Boca Juniors in prestito con diritto di riscatto. Il team argentino non lo riscatta e nel 2003 passa nuovamente al Gimnasia LP. Nella stagione 2003-2004 è di nuovo in Italia dove veste la maglia dell’Ascoli in Serie B. Nel 2004 passa al Messina, dove Sosa si dimostra fondamentale e conquista la promozione in Serie A. Nel 2004 accetta di approdare all’ombra del Vesuvio per far parte del nuovo Napoli di Aurelio De Laurentiis consapevole di ripartire dalla Serie C1. Il suo primo gol in maglia azzurra arriva con un penalty nella sfida fuori casa contro il Chieti, persa dagli azzurri per 2-1.

Nel suo primo anno a Napoli, Sosa,  non riesce a portare i partenopei in Serie B perdendo ai playoff contro l’Avellino, ma ci riuscirà la stagione successiva. Sosa è stato l’ultimo ad indossare la maglia numero 10 del suo idolo Diego Armando Maradona al San Paolo segnando anche un gol contro il Frosinone ed esultando in lacrime mostrando una maglia dedicata proprio al suo connazionale.

L’esperienza napoletana del calciatore termina nel 2008, dopo aver collezionato 131 presenze e 30 goal, quando firma un contratto biennale con il Gimnasia la Plata. Dal 2008 al 2010 è nuovamente protagonista in patria, ma dopo due anni la società argentina non gli rinnova il contratto ed il Pampa si ritrova svincolato. Sosa ritorna quindi in Italia nel 2010 dove veste la maglia della Sanremese, ma dopo pochi mesi rescinde consensualmente il contratto. Firma per una squadra svizzera nel 2011, il Fussballclub Rapperswill Jona giocando in terza divisione fino al ritiro nello stesso anno.

Dopo aver appeso le scarpette al chiodo el Pampa è opinionista per Sky Sport. La sua carriera da allenatore inizia nel 2011 con una squadra giovanile della scuola calcio “Fabio e Paolo Cannavaro” a Qualiano, in provincia di Napoli. Nel 2014 l’argentino diventa allenatore del Sorrento, ma nel 2015 la società ne comunica l’esonero.

La carriera di Roberto Carlos Sosa, ricca di passaggi tra le diverse squadre, sarà ricordata per sempre dai partenopei per l’esperienza azzurra, dove el Pampa ha dato tutto se stesso con passione e amore per la squadra e la città.

Ecco il video del suo primo gol in maglia azzurra

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=9dq8olSF0bg[/youtube]

Potrebbe anche interessarti