Ex azzurro, Behrami smentisce le accuse di rissa: “Siamo andati faccia a faccia, ma non ci siamo colpiti”

Ex azzurro smentisce le ingiuste accuse di rissa

Come già successo in precedenza, anche oggi torniamo a parlare di ex azzurri che nel bene o nel male continuano a far giungere voci sulle loro imprese anche a Napoli.

Dopo avervi raccontato di quanto accaduto a Dossena e della su accusa di taccheggio (clicca qui per leggere l’articolo), oggi tocca a Valon Behrami. L’addio tra l’ex centrocampista svizzero e la SSC Napoli non è stato dei migliori, dopo essere stato messo da parte dal nuovo allenatore, dopo aver dichiarato apertamente della sua intenzione di lasciare il Napoli alla volta dell’Inter e dopo essere stato venduto per poco e niente, alla fine Valon Behrami è partito alla volta della Germania per indossare la maglia dell’Amburgo. Proprio dalla Germania arriva una notizia che in breve giunge in Italia, l’ex centrocampista del Napoli durante la partita Amburo-Wolfsburg sarebbe venuto alle mani con Djourou. In una sola giornata si è sentito di tutto e di più: rissa, incontro di pugilato e chi più ne ha più ne metta. A seguito della degenerazione mediatica dell’evento, Valon Behrami ha voluto far luce su quanto è accaduto rilasciando la seguente a GianlucadiMarzio.com “Con Djourou discutevamo di una situazione di gioco nella quale avevamo idee diverse. E siccome eravamo sotto 1-0 gli animi erano particolarmente accesi. Nervosismo, questo è certo, ma nulla di più rispetto a quanto capitato altre volte.[…]  Infatti dopo 2′ ci siamo chiariti […] Non parliamo la stesa lingua e anche per questo non ci siamo capiti subito. Poi siamo andati faccia a faccia, ma non ci siamo colpiti. Solo una scivolata, fortuita. Quando cammini e parli e il pavimento è scivoloso può capitare, ed io infatti sono scivolato da solo. Lui non ha fatto nulla”.

Dopodiché arriva anche un piccolo sfogo contro la stampa“Quello che è venuto fuori dopo non ha fatto altro che danneggiare l’immagine dello spogliatoio. La stampa ha provato solo a buttare benzina sul fuoco in un momento che è già difficile per noi e che sicuramente non ci fa bene. Ripeto che non c’è stata alcuna rissa, anche perché se fosse successo davvero oggi porteremmo ancora dei segni”.

Potrebbe anche interessarti