Europa League, l’ex Renica: “Napoli vinci come abbiamo fatto noi…”

Alessandro Renica

In occasioni speciali, i ricordi si rincorrono sempre, e se il Napoli torna ai quarti in una competizione europea dopo ben 26 anni, allora è più che lecito ricordare i bei tempi. Gli azzurri di 26 anni fa erano quelli di Maradona, gli azzurri dei trofei e delle partite stellari, quelli che del Napoli hanno fatto la storia.

Il Napoli di oggi, è un Napoli diverso ma che se vuole può raggiungere livelli altissimi, l’importante è semplicemente crederci. Hamsik, Higuain, Callejon, Mertens, Insigne, sono solo alcuni dei nomi appetibili a moltissime squadre e che se messi sul mercato, potrebbero arricchire notevolmente le casse degli azzurri, sono i nomi dei campioni che stasera potrebbero ripetere l’impresa di 26 anni fa.

Intervenuto ai microfoni di Radio Club 91, nel corso della trasmissione sportiva, l’ex azzurro Alessandro Renica, colui che al 119′  della partita di ritorno dei quarti, di quella che a quei tempi era chiamata “Coppa Uefa”, buttò fuori la Juventus. Renica crede nel Napoli di oggi e sostiene che ripetere l’impresa che fu sua e dei suoi compagni ben 26 anni fa, è possibile.

“Il Napoli è una squadra piena di campioni e tutte le squadre sono alla sua portata. Contro i tedeschi del Wolfsburg sarà importante l’approccio alla gara, saranno fondamentali i primi minuti nei quali la squadra di Benitez dovrà essere molto concentrata per impedire ai tedeschi di prendere coraggio. Fondamentale sarà non prendere gol nei primi minuti altrimenti poi la partita si mette in salita. Se devo riscontrare una lacuna nel Napoli di quest’anno è stato spesso un approccio molle alle partite. Ecco questo in Germania non deve assolutamente accadere perché potrebbe essere fatale. Poi il Napoli per sperare di passare il turno e arrivare alle semifinali dovrà affidarsi ai suoi campioni, sperando che siano in ottima forma, se giocatori come Higuain, Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne sono in forma, al Napoli non è precluso nessun traguardo, compreso vincere l’Europa League proprio come abbiamo fatto noi nel 1989”.
E’ sicuro Alessandro Renica, non ha dubbi. Il Napoli non ha nulla da temere e può ambire al trofeo.

Per i napoletani ma soprattutto per la squadra azzurra, la vittoria dell’Europa League sarebbe non solo un’ottima vetrina e un altro trofeo da piazzare in bacheca, ma anche un modo per cancellare o almeno allontanare i ricordi deludenti di una stagione che non è andata come si sperava ad inizio campionato.

Speriamo che le parole dell’ex azzurro Renica, possano essere provvidenziali e caricare la squadra di Mister Benitez, che stasera in campo non dovrà fare sconti a nessuno.

Potrebbe anche interessarti