Criscitiello: “Benitez non ha capito nulla del Napoli. I napoletani…”

Criscitiello

Non è di certo la prima volta che poniamo la vostra attenzione su una strana abitudine dei mass media e degli opinionisti TV, la loro volubilità nel giudicare squadre ed allenatori.

Le due squadre che quest’anno hanno attirato di più l’attenzione di questi “esperti” sono senza dubbio Roma e Napoli, il loro merito è stata una stagione altalenante che ha dato sin troppi spunti di conversazione. Il Napoli in particolare, in poco più di un mese, è stato prima duramente criticato per il periodo di crisi che ha attraversato (e durante il quale non in pochi hanno parlato di stagione fallimentare), poi superato il momento difficile e recuperando punti contro grandi squadre e raggiungendo la semifinale di Europa League schiacciando i teschi del Wolfsburg, il Napoli è improvvisamente diventato una grande squadra che dispone del “calciatore più forte della serie A” (Gonzalo Higuain).

Ora che l’avventura di Europa League è terminata, ed anche nel peggior modo possibile, e la corsa alla Champions è stata frenata dal Parma, il club partenopeo è tornato ad essere criticato; a dire la sua è Criscitiello che ha voluto compiere una sorta di analisi sulla stagione del Napoli, senza risparmiare il sarcasmo e la pallida ironia che come sempre accompagnano i suoi commenti a sfavore del club partenopeo:

“Capitolo Napoli: la cosa più divertente dei napoletani è che loro sono autorizzati a sparare sulla loro squadra ma se lo fa un giornalista, non napoletano, lo infamano perché non si può permettere di pronunciare “N.A.P.O.L.I.”
Da troppi mesi, quasi un anno e mezzo, stiamo suonando le trombe per attirare attenzione. Alla fine di questo biennio di Benitez i conti tornano e, per fortuna, ci sono due grandi giudici per il calcio: il tempo e il rettangolo di gioco. Benitez non ha capito nulla del calcio italiano e del calcio Napoli. De Laurentiis ha aumentato il monte ingaggi, con l’arrivo dell’international Rafa, ma ha vinto molto poco rispetto a quello che aveva progettato, pensato e sognato. Il fallimento più grande resta aver “cannato” il preliminare di Champions League. L’altro grande fallimento di questo biennio è di non essersi mai neanche avvicinato alla Juventus per il sogno scudetto. L’Europa League doveva essere la scorciatoia per la Champions e l’urna gli aveva fatto un assist clamoroso: semifinale con il Dnipro. 
Come voler dire “tiè, quest’è a palla, la devi solo buttà int’ a porta”. Niente! Niente di niente! Fuori pure dall’Europa dei poveretti. Benitez ha bruciato Hamsik e nessuno glielo perdonerà. Se il Napoli raggiungerà un posto in Champions League non venitemi a dire che Benitez ha salvato la stagione perchè per la squadra che ha e per i soldi che ha speso non ha fatto neanche un quarto del suo dovere. Poi in un campionato povero come questo. Per il futuro si parla di Sogliano. Se De Laurentiis non capisce che nel calcio deve essere umile e far guidare la squadra ad un Direttore Sportivo esperto, il Napoli non andrà da nessuna parte. La Juventus era ripartita da Secco. Secco, dopo Modena e Padova, neanche lavora. Poi è ripartita da un veterano come Marotta e dopo il primo giro a vuoto è tornata grande. Il Napoli ha bisogno di gente esperta in una piazza difficile ed esigente come quella partenopea. Inizia, questa settimana, un valzer di direttori sportivi ed allenatori da far venire i brividi. Se Sogliano va a Napoli, a Verona potrebbe finire Ceravolo”.

I Napoletani hanno sicuramente l’abitudine di difendere la propria squadra contro tutto e tutti, la stessa squadra che loro possono criticare anche duramente, ma è altrettanto vero che alcuni opinionisti in TV spesso e volentieri si lanciano in analisi incomplete che esulano dalle loro competenze, attirando cosi l’ira di tifosi o magari degli stessi tecnici delle squadre che hanno ragione di ritenersi offesi nel dover accettare lezioni di calcio, da chi di calcio ne capisce quanto basta per approdare in trasmissioni sportive e non sulle panchine dei club ad allenare campioni.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più