Calciomercato Napoli: Allan e Soriano: pronti soldi e contropartite. Per wikipedia…

Allan e Soriano

Continua incessante il calciomercato partenopeo, che non si ferma neanche per un attimo, e prova a mettere in piedi una squadra completa e pronta a partire per il ritiro precampionato con mister Maurizio Sarri.

Tanti nomi si rincorrono, ma anche tante polemiche da parte dei tifosi, tra tutti i papabili nuovi acquisti, nessuno rispecchia realmente le aspettative dei tifosi che evidentemente volevano vede approdare a Napoli un campione di spessore, insomma il classico caso in cui si può dire “un nome, una garanzia”. Ad incuriosire adesso il Napoli è Allan Marques Loureiro dell’Udinese, e secondo quanto riportato da Sky Sport, l’affare azzurro è ormai praticamente andato in porto per un costo di 11 milioni di euro e due contropartite tecniche, Inler e Britos, che nel caso andrebbero a giocare nel Watford, un’altra squadra del presidente Giampaolo Pozzo.

Allan Wikipedia

Intanto su Wikipedia, Allan Marques Loureiro, è già ufficialmente un giocatore del Napoli, mentre è previsto proprio per oggi, un incontro anche con la Sampdoria, per portare al Napoli Roberto Soriano, il centrocampista legato ai blucerchiati da una clausola rescissoria di 10 milioni di euro, che gli azzurri sarebbero disposti a pagare anche dilazionando la cifra ed estinguendo il debito in più stagioni, aggiungendo anche il prestito di Duvan Zapata, pallino della Sampdoria.

Il valore di mercato di Gokhan Inler e Miguel Angel Britos, rispettivamente 7,50 milioni di euro e 3,50 milioni di euro, segnalato su su transfermarkt.it, paragonato al valore di mercato di Allan di 11,50 milioni di euro, viene da pensare se non sia forse esagerato il pagamento della clausola imposta da Pozzo e l’aggiunta di due calciatori pagati profumatamente dalla società azzurra. Nonostante tutto però, due obbiettivi azzurri in poche ore potrebbero chiudersi a favore del Napoli, ma la domanda è sempre una: sono questi i giocatori giusti per il nuovo progetto napoletano? In fin dei conti, tutto sommato non le cifre che si stanno spendendo tra prestiti e contropartite, non sono poi così ridotte.

Potrebbe anche interessarti