Turris Calcio

Tutte le notizie sull’FC Turris 1944

La Turris non si ferma più. Un’altra vittoria per gli uomini di Franco Fabiano, che battono 4-2 il Castrovillari. Partita spettacolare in un Liguori gremito, dopo le porte chiuse di domenica scorsa. Sugli scudi, Fabio Longo, per il quale si sprecano gli aggettivi. Un euro gol, un assist ed una prestazione da leader in campo.

I corallini confermano i progressi registrati nelle ultime settimane, sfoggiando la miglior prestazione della stagione. A fine gara ha parlato il patron della Turris, Antonio Colantonio. Ecco cosa ha dichiarato: “Non guardiamo al Bari, ma alla Turris. Dobbiamo continuare a vincere, giocare bene e divertire la gente del Liguori. Se il Bari continua a macinare punti è perché è una squadra importante e merita di vincere questo torneo. Laddove dovesse incappare in un passo falso, noi cercheremo di mantenere questo tipo di andamento“.

Prosegue: “Spero che non accadano più le cose che sono successe domenica scorsa. Non dobbiamo essere mai un pubblico violento, ma divertirci, proprio come oggi. Siamo delle persone perbene e, con un po’ di presunzione, dico che questa è una società fatta di persone perbene che non ha bisogno di imparare nulla. Siamo rispettosi della legge, la polizia fa il proprio dovere e lo fa bene. Ma, se continuiamo così, non ci saranno più sanzioni per questa società“.

Un commento anche sull’emergenza rifiuti in Campania, che ha visto protagonista anche la città di Torre del Greco: “Da quando sono in questa città che cerco di essere orgoglioso di essere torrese. L’ho fatto con le mie attività, avendo tanti torresi, lo stiamo facendo con la Turris e vorrei farlo per tantissime altre cose. Mi dispiace tantissimo che questa città salga agli onori della cronaca per il problema dei rifiuti. Penso che questa amministrazione saprà trovare le giuste soluzioni ed uscirne fuori vittoriosa, proprio come noi oggi, da questa situazione“.

Longo? Ce lo abbiamo noi e ce lo godiamo. Lui si diverte quando fa questi gesti tecnici, e così ci divertiamo anche noi. Se mi dà più fastidio il -2 in classifica o le due sconfitte? Sicuramente la penalizzazione. Le sconfitte ce le siamo meritate, perché ha meritato di perdere nei campi dove ha giocato. Certamente, non meritavamo una penalizzazione per fatti occorsi 2 anni fa. Senza – conclude Colantonio – saremmo a 4 punti dal Bari. E 4 punti sono meglio di 6“.

Queste, invece, le dichiarazioni del mister Franco Fabiano: “Abbiamo dominato in lungo e in largo, nonostante i due gol subiti. Faccio un plauso ai miei ragazzi per come hanno interpretato la gara, giocando contro una squadra fortissima. Non mi esalto mai, però questa squadra sta dimostrando di avere tutto, non gli manca niente. Ha personalità, cattiveria ed intelligenza. Abbiamo sempre giocato, non perdendo mai la testa. Sul 2-2 siamo stati un po’ ingenui, ma poi siamo usciti fuori sotto tutti i punti di vista. Restiamo umili e concentrati, perché non abbiamo fatto ancora niente. Questa squadra ha qualità, ma sa anche soffrire e compattarsi nei momenti difficili. Faccio un grande plauso al pubblico, ci ha dato qualcosa di importante“.

Seguite con noi la diretta testuale di Turris-Castrovillari, match della undicesima giornata del Girone I di Serie D. Fischio d’inizio alle ore 14.30 presso lo stadio Amerigo Liguori di Torre del Greco.

TURRIS-CASTROVILLARI  4-2  FINALE

(Premi F5 per aggiornare la diretta o clicca qui)

 

SECONDO TEMPO

FINALE

45′ Concessi 4 minuti di recupero

35′ Partita che non ha più nulla da dire, adesso. La Turris si avvia a conquistare altri tre punti.

31′ Standing ovation per Longo, al suo posto è entrato Guarracino.

25′ GOOOOOOOOOOOOOOL DI FABIO LONGO, PALLONETTO E ROVESCIATA, RETE PAZZESCA!

21′ Corallini in vantaggio di un gol e con l’uomo in più, ma la partita è tutt’altro che chiusa.

17′ Turris ancora vicina al gol: tiro di Celiento, respinta di Papa, pallone che finisce a Longo che insacca a porta vuota. Ma Longo era in fuorigioco.

15′ ALIPERTA NON SBAGLIA DAL DISCHETTO, E’ 3-2 PER LA TURRIS!

12′ RIGORE PER LA TURRIS, ESPULSO CELLITTI!

8′ GOL DEL CASTROVILLARI! Errore in difesa, ne approfitta ancora una volta Ennin che, da un lancio lungo, beffa i centrali della Turris e riporta tutto in parità.

3′ Turris vicinissima al terzo gol! Azione che nasce dai piedi di Longo, che con l’esterno serve Celiento. L’esterno corallino ferma la palla, se la porta sul destro e prova il suo tiro a giro. Grande parata di Cellitti che manda il pallone in calcio d’angolo.

1′ E’ iniziata la ripresa.

 

PRIMO TEMPO

FINE PRIMO TEMPO

45′ Concessi 2 minuti di recupero.

44′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA TURRIS! Fabio Longo, di testa, non sbaglia davanti a Cellitti e porta nuovamente in vantaggio i suoi!

33′ Veementi le proteste del pubblico corallino e dei giocatori di Fabiano, che a gran voce hanno invocato un tocco di mano di Forgione sul gol del Castrovillari. Azione da moviola.

32′ GOL DEL CASTROVILLARI! Diagonale di Ennin che beffa d’Inverno. E’ 1-1

30′ Tiro da fuori area di Longo, facile per Cellitti.

25 Il Castrovillari ha alzato il baricentro, ma non ha creato ancora pericoli alla squadra di Fabiano.

22′ Contropiede potenzialmente letale sprecato dalla Turris.

16′ GOOOOOOOOOOL DELLA TURRIS! Assist delizioso di Longo, che si abbassa e serve di testa una gran palla per Celiento. L’esterno corallino ha tutto il tempo di controllare il pallone e di infilare Cellitti col destro. Turris avanti.

12′ La Turris fa la partita, Castrovillari che si difende e cerca di ripartire in contropiede.

8′ Tiro in porta di Vacca che viene smorzato da Ungaro. Facile per Cellitti.

4′ Nessuna occasione da gol in questi primi minuti di gioco

1′ E’ iniziata la partita

 

Turris: D’Inverno, Auriemma, Aliperta (44′ st Formisano), Varchetta, Lagnena, Fabiano, Vacca (35′ st Leone), Longo (30′ st Guarracino), Addessi (28′ st Franco), Celiento (42′ st Signorelli).

A disp: Casolare, Federico, Marino, Formisano, Franco, Leone, Messina, Signorelli, Guarracino. All.: Fabiano.

Castrovillari: Cellitti, Catinali, Ungaro, Pandolfi (14′ st Papa), Lavrendi, Ennin, Gallon (33′ st Finocchiaro), Lomasto (39′ st Della Guardia), Ielo, Forgione, Indelicato.

A disp.: Papa, Corsaro, Grimaldi, Della Guardia, Canale, Finocchiaro, Lanza, Villa, Siano. All.: Marra.

Arbitro: Sicurello Marco (Seregno).

Marcatori: 16′ pt Celiento, 32′ pt e 8′ st Ennin, 44′ pt e 24′ st Longo 15′ st Aliperta; Ammoniti: Varchetta, Lagnena, Lomasto, Catinali, Signorelli. Espulso Cellitti.

Seconda vittoria consecutiva per la Turris. Gli uomini di Fabiano hanno battuto 3-1 l’Acireale tra le mura amiche del Liguori, quest’oggi chiuso al pubblico per motivi di ordine pubblico. Nonostante l’assenza del tifo sugli spalti, i corallini hanno sostanzialmente meritato la vittoria, nonostante un inizio di secondo tempo di difficoltà.

Sugli scudi, un immenso Fabio Longo, autore di una doppietta e di un euro gol che, ne siamo certi, avrebbe fatto impazzire i tifosi corallini, quest’oggi assenti. E proprio sulla decisione del Prefetto di chiudere lo stadio ha parlato il presidente della Turris Antonio Colantonio: “Spalti vuoti, di chi la colpa? Non parliamo di colpe – spiega il patron – cerchiamo di trovare delle soluzioni, che è la cosa migliore. Oggi c’è stata una mortificazione per il calcio, per lo sport. Vedere il Liguori vuoto è qualcosa di abominevole. Non mi sento soddisfatto, nonostante la bella vittoria ed i gol segnati oggi. Non ho potuto regalare la giusta gioia ai tifosi di questa città, che è già molto mazzolata“.

Prosegue: “Un provvedimento che è arrivato di sabato, che non mi ha permesso di difendermi. Nonostante ci abbiano tolto questo pubblico, neanche spezzati ci fermeremo. Per non farci fare risultato, la prossima volta dovranno toglierci i palloni. 200 biglietti ed oltre richiesti da Acireale? Assolutamente no. Non voglio fare polemiche – prosegue il presidente della Turrisabbiamo un pubblico irreprensibile che ha avuto qualche scaramuccia con alcune tifoserie, ma a livello molto tenue. Cerchiamo di mantenere i buoni rapporti con la tifoseria, le forze dell’ordine e, come già detto, di trovare delle soluzioni“.

Queste, invece, le dichiarazioni del mister della Turris, Franco Fabiano: “Brutto giocare senza il nostro pubblico. Il governa nel calcio deve fare qualcosa. E’ impossibile giocare in casa senza pubblico, sebbene fosse impedita la trasferta ai tifosi ospiti. Il calcio dilettantistico deve dare una regolata a quelle persone che non c’entrano niente con questo sport e danneggiano una città intera. E‘ facile chiudere gli stadi, ma così non ha senso. A questo punto togliamo tutto il calcio dilettantistico in Italia. Probabilmente chi è chiamato a decidere non sa cosa è il calcio, cosa trasmette e cosa comporta per gli appassionati”.

Sulla gara: “Abbiamo giocato contro una squadra fortissima. Per 10 minuti del secondo tempo siamo stati un po’ in difficoltà, poi Longo ha fatto un gran gol che per lui è normale. Ma, per quanto creato, potevamo fare anche 7 o 8 gol. Faccio i complimenti ai miei ragazzi, che sono stati sempre in partita, nonostante l’assenza del pubblico. Esempio e Fabiano? Stanno facendo partite che io mi aspetto facciano. I giovani mi soddisfano, l’ho già detto. Mi piace soprattutto la loro personalità. Cunzi? Non stava bene, fino a venerdì non doveva esserci. Addessi? Mi è piaciuto, ha dato tecnica e vivacità. E’ un’altra freccia importante che ho a disposizione in questo momento“.

Seguite con noi la diretta testuale di Turris-Acireale, partita della nona giornata del Girone I di Serie D. Fischio d’inizio alle ore 14:30

TURRIS-ACIREALE  3-1

(Premi F5 per aggiornare la diretta o clicca qui)

 

Secondo Tempo

FINISCE QUI LA PARTITA

45′ Concessi 4 minuti di recupero

41′ L’Acireale sfiora il 3-2

36′ Partita che ha poco o nulla da dire, adesso. Turris che gestisce nuovamente il doppio vantaggio.

29′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA TURRIS! GOL DA FANTASCIENZA DI LONGO, CHE TIRA AL VOLO E TROVA L’INCROCIO DEI PALI!

27′ D’Inverno para su Leotta! L’Acireale concede spazi alla Turris ma i granata sono in grado di far male.

21′ Tiro di Cunzi, pallone fuori di poco!

16′ Fabiano fa entrare Cunzi

11′ Turris troppo schiacciata in questo inizio di secondo tempo, l’Acireale ha psicologicamente riaperto la gara.

6′ GOL DELL’ACIREALE! Leotta riapre la partita: cross dalla sinistra di Talotta, colpisce in spaccata il pallone l’11 dell’Acireale. 2-1 adesso.

1′ E’ iniziato il secondo tempo.

 

Primo Tempo

FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO

45′ Concessi 2 minuti di recupero

44′ Tra poco inizierà il recupero

40′ I corallini stanno dominando questo primo tempo. Dopo un inizio soft, la squadra di Fabiano è stata brava a portarsi sul doppio vantaggio. Acireale, di fatto, mai in partita fino a qui.

34′ IL RADDOPPIO DELLA TURRIS! Grande azione che si sviluppa dai piedi di Longo, che serve Vacca: il centrocampista corallino va alla conclusione da fuori area e buca le mani di Pappalardo.

31′ L’Acireale non sembra reagire, la Turris continua a fare la partita

25′ IL GOL DELLA TURRIS! Longo segna di testa su un’azione che sembrava innocua, 1-0 per la Turris!

20′ Punizione calciata da Savonarola, la palla finisce direttamente tra le mani di D’Inverno.

16′ La Turris fraseggia nello stretto, ma l’Acirealle serra le fila.

10′ Alti ritmi in questi primi minuti di gioco, ma ancora 0-0

3′ Prima azione pericolosa ad opera della Turris: Longo si stacca sulla sinistra, va sul fondo e mette in mezzo il pallone. Stacca di testa Signorelli, ma non inquadra la porta.

1′ E’ iniziata Turris-Acireale

 

Turris: D’Inverno, Esempio, Auriemma, Aliperta (44′ st Franco), Varchetta, Di Nunzio, Vacca (38′ st Lagnena), Fabiano, Longo (33′ st Guarracino), Signorelli (16′ st Cunzi), Celiento (27′ st Addessi).

A disp.: Casolare, Lagnena, Marino, Formisano, Franco, Cunzi, Messina, Addessi, Guarracino. All.: Fabiano.

Acireale: Pappalardo, Di Pasquale (46′ st Bellomonte), Iannò, Russo (46′ st Aprile), Gambuzza, Campanaro, Savonarola (30′ st Tramonte), Talotta, Manfrellotti (33′ st Manfrè), Madonia (38′ st Sorbello), Leotta.

A disp.: Biondi, Chiochia, Aprile, Tramonte, Lentini, Manfrè, Bellomonte, Sorbello, Grassi. All.: Breve.

Marcatori: 25′ pt e 29′ st Longo, 33′ pt Vacca, 5′ st Leotta; Ammoniti: Addessi, Bellomonte.

Arbitro: Bogdan Nicolae Sfira (Pordenone)

Prosegue la striscia positiva di risultati della Turris. I corallini hanno battuto la Cittanovese per 3-0, conquistando 3 punti fondamentali in chiave play-off. Incontro che è iniziato con qualche difficoltà per la squadra di Fabiano, che aveva chiuso il primo tempo sullo 0-0. Poi, il gol ad inizio ripresa di Guarracino ha cambiato volto alla gara.

Decisivo l’ingresso in campo nella ripresa di Longo, che ha spaccato la partita, firmando un rassicurante doppio vantaggio. La parola fine l’ha messa Vacca, autore della terza rete dell’incontro. A fine gara ha parlato il presidente della Turris, Antonio Colantonio. Ecco cosa ha dichiarato ai giornalisti presenti nel dopo partita: “Abbiamo affrontato una squadra di tutto rispetto, ma è chiaro che i ritmi alti del primo tempo non poteva tenerli anche nel secondo. Chiaramente, siamo usciti fuori nella ripresa. Non per presunzione – evidenzia Colantonio – ma credo che questa squadra sia stata costruita per arrivare a risultati importanti“.

Prosegue: “L’importanza di Longo? Chiedetelo alla Juve, quanto è importante Cristiano Ronaldo? Quando entra un giocatore che ti cambia la partita è chiaro che riesci ad ottenere quei punti che, senza questo tipo di giocatore, non riusciresti ad ottenere. Nonostante Fabio non stesse bene, ha fatto capire quanto possa fare la differenza. Ma un plauso va a tutti i giocatori che hanno giocato quest’oggi“.

La risposta del pubblico? Mi aspetto una risposta molto più grande dal pubblico di Torre del Greco – spiega -. Lo dico sempre, i tifosi devono essere il dodicesimo uomo in campo. Se vogliamo andare avanti, dobbiamo far vedere il ruggito del Liguori, è indispensabile. Bari? Beh, è una grande squadra e farà un campionato a parte, ma dobbiamo vedere se riuscirà a mantenere questi ritmi anche su quei campi dove non si può esprimere un gran calcio. Noi dobbiamo andare avanti a testa bassa e fare più punti possibili. A fine anno tireremo le somme e capiremo se prendere altri calciatori, in base alla classifica che avremo“.

A fine partita ha parlato anche il tecnico Franco Fabiano. Ecco cosa ha dichiarato: “La Cittanovese è un’ottima squadra, una di quelle che aveva fatto più punti di tutti nell’ultimo periodo. Nel primo tempo ci ha dato filo da torcere, da parte nostra abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio con qualche cross che non serviva. Nella ripresa è uscita alla grande la Turris, con grande personalità. Longo? E’ la nostra punta di diamante. Dovevamo gestirlo, lo abbiamo fatto, e negli ultimi 25 minuti ci ha dato qualcosa di importante. Ha spaccato la partita. Difesa? Se subiamo poco non è solo merito dei difensori, ma di tutta la squadra. La fase difensiva inizia dagli attaccanti, è un gioco di squadra. Under? In questo momento gli under ci hanno dato qualcosa in più. Sono soddisfatto di questi ragazzi“.

TURRIS-CITTANOVESE 0-0

(Premi F5 per aggiornare la diretta o clicca qui)

 

Turris: D’Inverno, Esempio, Auriemma, Aliperta, Varchetta, Di Nunzio, Vacca (43′ st Lagnena), Fabiano, Guarracino (21′ st Longo), Cunzi (47′ st Signorelli), Celiento (37′ st Franco).

A disp.: Casolare, Lagnena, Marino, Formisano, Franco, Leone, Messina, Signorelli, Longo. All.: Fabiano.

Cittanovese: Cassalia, Barilaro (34′ st Ansalone), Genovesi (34′ st Alfano), Paviglianiti, Scoppetta, Gioia, Ficara, Mansueto, Abayian, Sapone (8′ st Postorino), Napolitano (29′ st Cataldi).

A disp.: Foti, Touray, Ansalone, Tomas, Postorino, D’Agostino, Gentile, Cataldi, Alfano. All.: Zito

Arbitro: Angiolari Alessio (Ostia Lido)

Marcatori: 1′ st Guarracino, 25′ st Longo, 33′ st Vacca; Ammoniti: Vacca, Genovesi.

 

SECONDO TEMPO

FINISCE QUI LA PARTITA!

47′ Punizione di Postorino respinta dalla barriera.

45′ Concessi 4 minuti di recupero.

33′ TRE A ZERO DELLA TURRIS! Vacca cala il tris, partita chiusa!

32′ Assist delizioso di Cunzi, ma in area non c’è nessuno.

25′ IL 2-0 DELLA TURRIS! Non sbaglia bomber Longo, sinistro ad incrociare sul quale non può arrivare il portiere. E’ 2-0 per la Turris.

21′ Entra in campo Fabio Longo al posto di Guarracino.

13′ Cittanovese che lascia molti spazi, adesso.

7′ Palo colpito da Abayian!

2′ IL GOL DELLA TURRIS! Azione da calcio d’angolo, prima colpisce il pallone Varchettaa, palla vagante in area sulla quale si avventa Guarracino che, da pochi centimetri, non può proprio sbagliare. E’ un 1-0 pesantissimo!

1′ E’ iniziato il secondo tempo

 

PRIMO TEMPO

FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO

37′ Un altro brutto pallone perso da Guarracino, chiamato quest’oggi per sostituire l’acciaccato Longo.

23′ Partita equilibrata. Cittanovese ben messa in campo, pressa molto e bene. Turris con poca qualità in questo prima frazione di gioco. Si sente la mancanza di Longo lì davanti.

15′ Sapone tenta una conclusione dalla lunga distanza, tiro velleitario. Palla abbondantemente sopra la traversa.

11′ Ancora nessun tiro in porta in questi primi 10 minuti di gioco.

5′ Primi minuti senza particolari sussulti, si lotta a centrocampo.

1′ E’ iniziata la partita

Al termine di Turris-Messina ha parlato il presidente corallino Antonio Colantonio. Il patron ha commentato non solo ciò che è successo in campo, ma anche quello che è accaduto all’esterno del Liguori pochi istanti prima dell’inizio della gara. Ecco cosa ha dichiarato a fine partita.

Questa squadra inizia ad avere un’anima, la voglia e la volontà di ottenere risultati positivi. Mi sono dispiaciuto un po’ per i minuti precedenti all’inizio della partita“. Colantonio spiega cosa è accaduto prima della gara: “Ci sono state delle problematiche all’ingresso della tifoseria avversaria allo stadio. Io professo un calcio della non violenza, e vogliamo sempre che ci siano tante persone. Dobbiamo avere nei confronti del calcio sempre un atteggiamento pacifico. Siamo per la non violenza e dobbiamo fare un buon calcio“.

Prosegue. “Non è successo nulla di grave, si sono beccate le due tifoserie ma, per fortuna, non è accaduto nulla. Sono io che, magari, abituato dal primo momento che sono arrivato alla Turris a professare la non violenza, vedere un po’ di entusiasmo in più, chiamiamolo così, mi fa paura. Cerchiamo di mantenere, e lo dico ai miei tifosi che sono stati sempre corretti, lo stesso standard qualitativo, così come lo stiamo mantenendo adesso“.

Sul momento positivo della squadra e sulla penalizzazione: “4 punti tra Bari e Messina? Vediamo che succede dopo Marsala. Intanto, mercoledì si discute il controricorso che abbiamo presentato. Chissà se verranno confermati i due punti di penalizzazione, o se ci potrà essere uno sconto di un punto“.

Seguite con noi la diretta testuale di Turris-Messina, match della sesta giornata del girone I di Serie D.

TURRIS – MESSINA 2-1

(Premi F5 per aggiornare la diretta o clicca qui)

 

Turris: Casolare, Esempio, Auriemma, Aliperta, Varchetta, Di Nunzio, Fabiano, Vacca (51′ st Lagnena), Longo, Cunzi, Celiento (47′ st Franco).

A disp.: D’Inverno, Lagnena, Marino, Formisano, Franco, Leone, Messina, Signorelli, Guarracino. All.: Fabiano.

Messina: Meo, D’Ascoli, Russo (41′ st Cimino), Cossentino, Porcaro, Bossa, Arcidiacono, Biondi, Gambino, Traditi (19′ st Rabbeni), Petrilli (35′ st Cocimano).

A disp.: Ragone, Biancolo, Rabbeni, Cocimano, Barbera, Cimino, Pizzo, Carini, Guehi. All.: Biagioni.

Arbitro: De Angeli Luca (Milano)

Marcatori: 40′ pt Cunzi, 30′ st Petrilli, 37′ st Longo; Ammoniti: Fabiano, Biondi, Longo.

 

SECONDO TEMPO

E’ FINITA!

51′ Fabiano si difende e lancia Lagnena.

45′ Concesso un ulteriore minuto di recupero.

45′ Concessi 6 minuti di recupero.

37′ st GOL DELLA TURRIS! Batti e ribatta furibondo in area, il pallone va oltre la linea di porta dopo una serie incredibile di rimpalli. L’ultimo tocco sembra essere di Longo.

35′ Grande azione di Celiento che va alla conclusione ma non inquadra bene la porta.

32′ Ammonito Biondi.

30′ GOL DEL MESSINA! Diagonale di esterno destro di Petrilli che beffa Casolare. E’ 1-1!

25′ Scatto in velocità di Cunzi in mezzo ai due centrali del Messina, ma tocca la palla con la mano.

21′ Longo ha avuto la possibilità di chiudere la partita, match ancora vivo al Liguori. Il Messina non ha creato particolari pericoli ma dà la sensazione di poter far male.

16′ LONGO SBAGLIA IL CALCIO DI RIGORE!

15′ Rigore concesso alla Turris! Longo viene atterrato in area da Meo, che viene ammonito.

12′ Che pasticcio nella difesa corallina, Casolare non si intende col compagno e per poco non regalava un gol al Messina.

10′ Turris che sta gestendo il vantaggio in questo momento, il Messina prova ad offendere.

3′ Colpo di testa di Cossentino, palla fuori di poco!

1′ E’ iniziato il secondo tempo

 

PRIMO TEMPO

FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO

45′ Concessi 2 minuti di recupero

45′ Traversa colpita da Aliperta su colpo di testa!

40′ GOOOOOL DELLA TURRIS! Grande azione di Vacca che mette in area un pallone semplicissimo per Cunzi, che deve solo appoggiare in rete. E’ 1-0 per i corallini.

37′ Partita molto bloccata in questo primo tempo. Solo la giocata del singolo sembra, fino a questo momento, può rompere l’equilibrio.

31′ Tiro di Celiento, che prova il destro a giro. Pallone rasoterra che sibila sul palo alla destra di Meo.

28′ Punizione battuta da Petrilli, pallone messo in mezzo alla ricerca di un compagno: sul cross si avventa Traditi in tuffo, che sfiora soltanto la palla.

25′ Tiro ad incrociare di Longhi, palla fuori.

24′ Colpo di tacco in area di Biondi, che per poco non diventava un delizioso assist per un suo compagno.

20′ Tiro dalla distanza di Cunzi che dà solo l’illusione del gol. La palla trova solo l’esterno della rete.

18′ Prima azione pericolosa del Messina: cross in area di Traditi, colpo di testa di Messino che però non impatta bene sul pallone.

15′ Bell’uno-due tra Longo e Celiento, che però si porta in avanti il pallone e non riesce a crossare al centro dell’area di rigore.

13′ Pochissime emozioni in questo primo tempo. Negli ultimi minuti il Messina ha preso un po’ di campo.

7′ Tiro al volo dalla lunga distanza di Vacca, palla altissima sopra la traversa.

3′ Turris aggressiva in questi primi minuti.

1′ E’ iniziata Turris-Messina

Impresa storica della Turris che ferma il Bari capolista sullo 0-0. Una partita eccellente quella disputata dai corallini, messi in campo in maniera splendida da Franco Fabiano, artefice di un autentico capolavoro tattico. Un risultato storico, come detto, perché gli unici tre precedenti della Turris al San Nicola erano a sfavore dei corallini: tre sconfitte su tre per la squadra di Torre del Greco.

Nonostante la differenza di valori in campo, la Turris è riuscita a fermare un Bari fino a qui perfetto. Si tratta del primo stop in campionato dei galletti, rimasti a secco anche in zona gol, a dimostrazione della prova maiuscola offerta dal reparto arretrato corallino. Sugli scudi Varchetta e Di Nunzio, praticamente perfetti, con il primo che ha anche salvato un gol nel secondo tempo. Ma, più in generale, si fa fatica a trovare un calciatore corallino sotto la sufficienza.

Prima metà di gioco tutto sommato equilibrata, dove la Turris è andata vicinissima a sfiorare il gol con Cunzi, ma Marfella ha evitato il clamoroso 0-1. Partita combattuta, almeno fino al secondo tempo, dove la Turris si è fatta vedere con meno frequenza nella metà campo del Bari. La squadra di Cornacchini ha preso il campo, ma la manovra è rimasta lenta ed ingolfata per quasi tutta la gara. Di fatto, l’azione più pericolosa del Bari arriva nei minuti finali. Siamo al 95′, l’arbitro fischia un fallo dal limite dell’area.

Si presenta Brienza, che calcia col sinistro e colpisce una clamorosa traversa. La dea bendata bacia la Turris, che si salva allo scadere, dopo una partita pressoché perfetta. I corallini si confermano, dopo questa partita, l’unica squadra capace di impensierire il Bari nella lotta alla promozione. Il passivo in campionato è di 8 punti (complice anche la penalizzazione), ma la squadra di Fabiano esce dal San Nicola con la consapevolezza di potersela giocare fino alla fine.

Di seguito, il video con gli ultimi minuti di gara:

Il calcio campano è ancora sotto shock per la morte di Raffaele Perinelli, ucciso con una coltellata a 21 anni. E’ accaduto nella notte dello scorso sabato, a Miano. Perinelli è stato assalito da un venditore ambulante, che lo ha ferito con una coltellata, al culmine di una lite. Il 21enne è morto poco dopo essere stato portato da uno sconosciuto al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli.

L’omicida, un 31enne incensurato, si è costituito ai carabinieri, confessando tutto. Una settimana prima dell’omicidio, i due avevano avuto un litigio. Perinelli era figlio di un affiliato al clan Lo Russo, ma non aveva seguito le orme paterne: era un calciatore, non aveva mai frequentato ambienti camorristici e sognava un futuro in una grande squadra.

L’occasione più grande avvenne nel 2016, quando passò dal Gragnano alla Turris, in una stagione che, per i corallini, sembrava essere quella della promozione in Lega Pro. Le cose però andarono diversamente, e Perinelli lasciò anzitempo la squadra, sbattendo la porta. Una vita non semplice quella di Raffaele, fatta di tanti sacrifici per coltivare il suo sogno. Un ragazzo perbene, ci tiene a sottolineare la mamma Adelaide Porzio, sebbene qualcuno abbia più volte provato ad abbinare la morte di Perinelli alla camorra.

Voglio giustizia per mio figlio, era un bravo ragazzo“, dice la donna, intervistata da Il Mattino. “Mio figlio amava giocare a calcio e lavorava insieme a me in una ditta di pulizie, chiunque nel quartiere può dirvi che era un angelo“. La mamma di Perinelli spiega poi cos’è successo in quella tragica notte: “Per 7 giorni l’assassino di mio figlio l’ha aspettato con un coltello da cucina. Ha progettato, per 7 giorni, di istigare mio figlio ad insultarlo, facendo si che Raffaele reagisse e lui potesse usare il coltello. Lo ha colpito con un unico fendente al cuore. E’ il diavolo in persona“.

Prosegue: “In un quartiere a rischio ho cresciuto mio figlio: l’ho fatto andare a scuola, si è diplomato, è andato a lavorare. Avevamo un’altra vita dopo la morte di mio marito, lui era buono, chiedete a tutti i suoi compagni di squadra. Ora la mia vita non ha senso: imploro solo i magistrati, nessuna pietà per questa persone che ha dato una sola coltellata al cuore

Servivano i tre punti, e sono arrivati. Per il bel gioco, invece, meglio attendere periodi migliori. Una Turris rivoluzionata in panchina quella vista quest’oggi all’Amerigo Liguori di Torre del Greco. Franco Fabiano è subentrato all’esonerato Teore Grimaldi. Con lui, se n’è andato anche il ds Antonio Governucci. Dopo la sconfitta di domenica scorsa e quella di mercoledì in Coppa col Sorrento, la Turris era chiamata alla vittoria.

Uno strepitoso gol di Celiento ha piegato le resistenze di un rinunciatario Rotonda, regalando la vittoria alla Turris. Contento, evidentemente, per il risultato è il presidente Antonio Colantonio, l’unico a parlare a fine gara in questo silenzio stampa indetto qualche giorno fa dalla società. Ecco cosa ha dichiarato.

Le vittorie, in questo momento, sono la migliore medicina – spiega Colantonio – Il Rotonda è una squadra che si difende molto bene, non ci ha mai impensierito, è vero, ma non è semplice fare gol ad una linea di difesa a 5. Fortunatamente, abbiamo trovato un Marzio Celiento che, con un euro gol, ci ha regalato i tre punti. E ci servivano davvero tanto in questo momento“.

Il patron della Turris spiega come è nata l’idea Fabiano, assumendosene la piena paternità: “Fabiano? Mi prendo tutte le responsabilità di questa scelta, sono stato io a volerlo, perché so qual è il suo carattere, ed in questo momento serviva qualcuno che lavorasse soprattutto sulla testa dei calciatori. Indubbiamente, questa è una squadra costruita bene, con giocatori tecnicamente fortissimi. Ma i risultati, fino a qui, non sono arrivati. Dobbiamo lavorare soprattutto sulla testa“.

Sulla risposta del pubblico, quest’oggi deludente: “L’affetto del pubblico? Non è mancato mai, lo ripeto. La tifoseria corallina è migliorata tantissimo, ma è normale che ci siano dei mugugni quando non arrivano le vittorie. Sono il primo a farlo. Hanno avuto sempre un comportamento irreprensibile, di chi sa aspettare“.

Sul big match della prossima giornata, Bari-Turris: “Sarei voluto arrivare a questo scontro con una classifica un po’ più corta. Al San Nicola sarà una partita stupenda, e spero che ci sarà grande spettacolo“. Sulla morte dell’ex Perinelli: “Non ero nella dirigenza quando giocava nella Turris, ma di fronte a questa morte la società esprime tutto il suo cordoglio ed affetto verso la famiglia del ragazzo. Dispiace quando un giovane perde la vita“.

Seguite con noi la diretta testuale di Turris-Rotonda, match della quarta giornata del girone I di serie D.

TURRIS-ROTONDA  0-0

(PREMI F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA O CLICCA QUI)

 

SECONDO TEMPO

51′ FINISCE QUI LA PARTITA

45′ + 1′ Concessi 6 minuti

45′ Siamo entrati nel recupero

42′ Grande azione di Longo, che mette in mezzo un pallone solo da appoggiare in rete. Incredibilmente non ci arriva Signorelli.

38′ Demoleon salva tutti su Guarracino

30′ GOOOOOOOOOOOOOOOOL DI CELIENTO! Azione personale dell’11 corallino, che salta secco due uomini, si porta la palla sul destro e disegna un’arcobaleno imprendibile per Oliva. Il pallone si infila all’incrocio. Gol pesantissimo. 1-0 per la Turris.

27′ Calcio d’angolo battuto da Celiento: il pallone per poco non arriva sulla testa di Di Nunzio.

24′ Conclusione dalla distanza di Messina, Oliva devia in corner.

19′ Fabiano fa entrare Guarracino al posto di Vacca.

16′ La squadra di Fabiano si propone con più insistenza, ma di azioni concrete nemmeno l’ombra.

11′ Rotonda in affanno, la Turris preme.

6′ Partita che segue il medesimo canovaccio del primo tempo. Pochissime occasioni da una parte e dall’altra.

1′ Conclusione di Karamoko dopo la respinta di Casolare: palla fuori di molto.

1′ E’ iniziata la ripresa

 

PRIMO TEMPO

FINE PRIMO TEMPO

45′ + 2′ Proprio allo scadere, bellissimo destro a giro di Celiento: strepitosa parata di Oliva!

45′ Concessi 2 minuti di recupero

40′ Ci avviciniamo alla conclusione di questo primo tempo

37′ Bellissima discesa di Auriemma, che serve un gran pallone per Longo. il suo colpo di testa, però, finisce abbondantemente fuori,

30 Ancora grande occasione per Celiento: bel cross messo in mezzo da Messina, Celiento taglia verso il centro, incrocia il destro ma trova la parata di Oliva.

26′ Tanti errori a centrocampo da una parte e dall’altra: partita tutt’altro che spettacolare in questa metà di primo tempo.

21′ Tiro fuori di Celiento, al limite dell’area: grande occasione sciupata dalla Turris.

20′ Ammonito Valori.

18′ Contrasto in area tra Karamoko e Longo, il 9 corallino cade ma l’arbitro gli fa segno di rialzarsi.

17′ Ammonito Marigliano.

15′ Bella azione di Santamaria che salta un paio di giocatori, arriva sul fondo e crossa in mezzo. Ma la retroguardia corallina è attenta e spazza via la palla.

14′ Brutto rinvio di Oliva, che scarica palla su Marigliano ma Messina gli ruba il pallone. Il difensore del Rotonda, però, è bravo a recuperare.

12′ Partita con molti falli e poche azioni di gioco in questi primi minuti di partita.

11′ Fuorigioco fischiato a Longo.

8′ Ammonito Auriemma

7′ Punizione battuta da Messina, colpo di testa di Longo palla fuori.

3′ Subito nervi testi, scoppia una mini rissa per un contrasto di gioco. L’arbitro seda tutto.

1′ E’ iniziata la partita

 

Turris: Casolare, Esempio, Auriemma (47′ st Formisano), Aliperta, Varchetta, Di Nunzio, Messina (32′ st Messina), Vacca (19′ st Guarracino), Longo, Franco (40′ st Lagnena), Celiento (37′ st Signorelli).

A disp.: D’Inverno, Formisano, Pizza, Lagnena, Leone, Fabiano, Signorelli, Federico, Guarracino. All.: Fabiano

Rotonda: Oliva, Marigliano (29′ st De Martino), Cossu, Valori (36′ st Gallardo), Karamoko, Demoleon, Alassani (12′ st Gentile), Capristo (35′ st Ostuni), Flores, Trecarichi, Santamaria (4′ st Taccogna).

A disp.: Barillaro, De Martino,C avalieri, Gentile, Ostuni, Vazquez, Johnson, Taccogna, Gallardo. All.: Pugliese

Arbitro: Gregoris Giliberto di Pescara

Marcatori: 30′ st Celiento, Ammoniti: Auriemma, Di Nunzio (Turris), Marigliano, Valori, Taccogna (Rotonda).

Nel post gara di Turris-Troina ha parlato il tecnico dei corallini Teore Grimaldi. Ecco cosa ha dichiarato ai giornalisti presente al Liguori: “Sono soddisfatto pienamente dell’atteggiamento, perché serviva una prestazione di temperamento e carattere. Credo che i ragazzi lo abbiano dimostrato. Non era facile dopo lo scivolone di domenica scorsa. Non è giusto accanirsi in modo così palese nei confronti di una squadra che – spiega – fa del lavoro la sua forza“.

Sui giudizi e le critiche dopo la sconfitta di domenica scorsa:C’è stata qualche critica di troppo, qualche santone del calcio…qualcuno che ha parlato a vanvera. Insomma, bisogna essere un po’ più equilibrati e sereni nei giudizi. Mi sono arrabbiato per il gol subito – prosegue Grimaldi – però in generale sulle palle inattive non abbiamo sofferto troppo”.

Sulla prestazione di Auriemma e gli altri singoli: “Si, ha fatto molto bene come terzino, ruolo che ha già interpretato in altre occasioni come domenica scorsa a Roccella. E’ un giocatore eclettico, può giocare in più ruoli. Messina dal primo minuto? Sapevo che l’impiego del classe 2000 in avanti ci avrebbe costretto ad un doppio o triplo cambio per far quadrare gli under obbligatori. Dualismo D’Inverno-Casolare? Abbiamo due buoni portieri, ritengo quindi giusto alternarli per vederli all’opera e farli crescere”.

Non è stata una vigilia semplice in casa Turris. Dopo la clamorosa sconfitta contro il Roccella, in casa corallina si è accesso un campanello d’allarme. Squadra sopravvalutata in estate o approccio alla gara completamente sbagliato? La squadra di Grimaldi, chiamata ad un pronto riscatto, non ha tradito le attese.

Nonostante un buon Troina, la Turris ha vinto 3-1, conquistando i primi tre punti di questo lungo e difficile campionato. A fine gara ha parlato il patron corallino, Antonio Colantonio. Ecco cosa ha dichiarato: “Chiaramente, quella di oggi era una partita difficile. I ragazzi sono entrati in campo con la voglia di non perdere. Nei primi minuti la squadra ha studiato l’avversario, era un po’ contratta. Poi, quando fai gol ti sblocchi mentalmente ed inizi a credere un po’ di più bella vittoria”.

Prosegue: “Però, questa non è ancora la Turris che voglio vedere. Forse sono presuntuoso, ma abbiamo giocatori importanti e quindi, obiettivi a parte, dobbiamo avere una squadra che diverta il pubblico. Ma siamo sulla giusta strada, e sono sicuro che questo gruppo ci regalerà belle sorprese”.

Sulla gestione del Liguori: “Con l’aiuto di tutti ho portato alla luce una problematica di affido diretto dello stadio. La squadra della città deve avere l’affido del campo. La commissione trasparenza, forse, ha capito che voglio legare il titolo sportivo della Turris alla città. Deve essere un patrimonio di Torre del Greco. Quindi, faccio una domanda. Se il titolo è del Comune, e quindi lo stadio, è come se quest’ultimo gestisse lo stadio solo che il presidente pro tempore ne avrebbe i poteri“.

Seguite con noi la diretta testuale di Turris-Troina, match della seconda giornata del Girone I di Serie D.

TURRIS-TROINA  3-1

(PREMI F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA O CLICCA QUI)

 

SECONDO TEMPO

FINALE, LA TURRIS VINCE 3-1

45 Concessi 5 minuti di recupero

44′ Fuori Longo dentro Signorelli

39 GOOOOOOOL DELLA TURRIS! Punizione incredibile di Celiento da oltre 25 metri!

35′ Grande recupero di Auriemma che sventa un pericoloso contropiede del Troina.

32′ Fuorigioco millimetrico fischiato a Longo, che poteva andare tutto solo in porta.

30′ Appena entrato, Franco batte una bella punizione che esce di poco alla sinistra di Zummo.

23′ Punizione battuta ancora da Piyuka, palla che impatta sulla barriera e finisce in corner.

22′ Corallini che stanno soffrendo in questo secondo tempo. Il Troina dà la sensazione di poter trovare il gol del pareggio da un momento all’altro.

20′ Azione insistita della Turris con Longo che, in corsa, mette in mezzo un bel pallone sul quale però non riesce ad arrivare nessuno.

15′ Moudoumbou sfiora il gol! Tiro rasoterra di sinistro che esce di pochissimo!

11′ Tiro a giro di Moudoumbou, D’Inverno blocca in due tempi.

10′ Ammonito Vacca.

7′ Partita che sembra aperta ad ogni risultato, adesso. Molti spazi per gli attaccanti.

1′ La Turris risponde subito con Cunzi: sgroppata sulla fascia destra, l’esterno va alla conclusione ma non trova lo specchio di porta.

1′ Parte subito forte il Troina: tiro di Ferreira, respinge D’Inverno. Sul pallone arriva Adeyemo ma sbaglia.

1′ E’ iniziato il secondo tempo

 

PRIMO TEMPO

FINE PRIMO TEMPO

45′ Concessi 2 minuti di recupero

45′ Ammonito Bonfini

44′ GOL DEL TROINA! Azione da calcio di punizione: pallone che viene servito a Moudoumbou che serve Lo Cascio di testa, bravo a colpire la palla.

42′ Gran bella punizione battuta da Piyuka, palla fuori ma non di molto.

41′ Turris che continua a far male nelle ripartenze.

31′ GOOOOOL TURRIS! Contropiede micidiale dei corallini, che rubano palla a centrocampo, cavalcata di Longo che con una finta salta Pantò ed calcia con un perfetto destro a giro.

24′ Tiro da posizione siderale di Piyuka, palla abbondantemente fuori.

23′ Gli uomini di Boncore cercano di rispondere al gol di Longo, ma la Turris sta difendendo bene il vantaggio.

15′ Il Troina risponde con un tiro di Moudoumbou, ma trova solo l’esterno della rete.

12′ GOOOOOOOL DELLA TURRIS! Splendida azione di Longo, che prende palla in area, si defila, se la sposta sul sinistro e serve Auriemma, bravissimo ad inserirsi e bucare la porta!

10′ Corner sventato dalla retroguardia corallina

9′ Troina pericoloso sulla fascia sinistra, conquista un corner.

5′ Palla lunga a cercare lo scatto di Longo, che si avvicina in area ma il suo tiro trova solo l’esterno della rete.

3′ Partita subito aggressiva con diversi falli a centrocampo

1′ E’ iniziata la partita

 

Turris: D’Inverno, Esempio, Auriemma, Aliperta (30′ st Franco), Lagnena, Di Nunzio, Vacca, Leone, Longo, Cunzi (16′ st Celiento), Messina (42′ st Pizza).

A disp.: Casolare, Federico, Pizza, Franco, Marotta, Formisano, Signorelli, Celiento, Guarracino. All.: Grimaldi.

Troina: Zummo, Lo Cascio (1′ st Ferreira Da Luz), Bonfini, Saba (23′ st Boscaglia), Pantò, Procida (38′ st Ruano), Ceesay (1′ st Carbone), Moudoumbou (38′ st Sibide), Musso, Piyuka, Adeyemo.

A disp.: Salluzzo, Ferreira Da Luz, Boscaglia, Sidibe, Gomes Guerra, Carbone, Rubano Castellanos, Daqoune, Zappalà. All.: Boncore.

Arbitro: Caputi Ferrieri Maria Sole di Livorno

Marcatori: 12′ pt Auriemma, 32′ pt Longo, 39′ st Celiento; 44′ pt Lo Cascio ; Ammoniti: Lo Cascio, Bonfini, Vacca, Procida, Auriemma.

Nel post gara di Turris-Nocerina hanno parlato il mister Grimaldi ed il ds Governucci. Ecco cosa hanno dichiarato. Le parole dell’allenatore corallino: “Abbiamo affrontato una squadra che si è difesa bene, ben strutturata, con 5 difensori dietro. Nel secondo tempo abbiamo strameritato, siamo stati un po’ imprecisi ma abbiamo creato tanto. Bari nel girone? Questa squadra deve divertire, è chiaro che avere una squadra del genere è una bella gatta da pelare. Come detto, noi faremo il nostro percorso“.

Prosegue: “Dobbiamo migliorare tantissimo, perché oggi mi sono arrabbiato per gli ultimi 10 minuti, dove dovevamo addormentare la gara e non subire gol. Bisognava gestire la partita in modo diverso sul finale, perché dispiace subire gol. Rigore su Caso? Per me era gioco pericoloso. Nocerina? L’augurio è quello di ritornare ad una serenità che gli permetta di lottare per traguardi importanti“.

Le parole di Governucci: “Ci siamo prefissati di vincere tutte le partite. La squadra è stata costruita per questo. Abbiamo dominato per 90 minuti, non c’è mai stata partita nonostante il gol subito alla fine. Stadio? Dispiace sentire queste cose, perché Colantonio ha fatto tanto per questa città. Tifosi? Nocerina e Turris meritano altre categorie, ed oggi i tifosi lo hanno dimostrato. Bari? Non abbiamo mai fatto proclami all’inizio, non abbiamo mai detto di vincere il campionato. Forse è il Bari che dovrà preoccuparsi della Turris. Noi non lottiamo per vincere il campionato, ma cercheremo di vincere quante più gare è possibile, poi trarremo le conclusioni. Mercato? Faremo un altro colpo in entrata, importante e di spessore. Un difensore? Credo si formalizzerà a breve. Non cederemo nessuno“.

Seguite con noi il match di Coppa Italia tra Turris e Nocerina

TURRIS-NOCERINA  2-1  FINALE

(Premi F5 per aggiornare la diretta o clicca qui)

 

SECONDO TEMPO

FINISCE QUI LA PARTITA: TURRIS AI 32ESIMI DI COPPA ITALIA SERIE D

45′ Concessi 5 minuti di recupero.

44′ LA NCOERINA RIAPRE LA PARTITA: Cioffi, appena entrato, dimezza lo svantaggio. E’ 2-1 adesso.

39′ Grande azione di Orlando, che va alla conclusione a giro ma non inquadra la porta.

33′ GOL DELLA TURRIS! Azione incredibile dei corallini: tutto nasce da un calcio d’angolo abbastanza prolungato, il pallone dopo una serie di batti e ribatti finisce tra i piedi di Longo, che si defila verso l’esterno dell’area piccola ed incrocia. Conclusione dritta all’angolino basso alla sinistra di Scolavino. E’ 2-0 per la Turris.

30′ Cunzi scatenato: conclusione che non prende i giri giusti e finisce fuori dallo specchio di porta.

26′ IL GOL DELLA TURRIS! Conclusione di Cunzi, implacabile in area: tiro rasoterra, forse con leggera deviazione che spiazza Scolavino.

21′ Turris avanti in contropiede ma i corallini sprecano una buona azione.

15′ Conclusione dalla distanza di Vacca, pallone che scende ma Scolavino para.

13′ Nocerina arroccata in difesa: i molossi non hanno mai concluso verso la porta. E’ il primo test per la Turris contro una squadra che bada esclusivamente alla fase difensiva.

9′ Conclusione a giro di Cunzi, la Turris non riesce a sfondare la porta.

4′ Simulazione in area di Celiento, l’arbitro lo ammonisce.

1′ Subito Longo che si alza il pallone in area, tenta una rovesciata ma la sua conclusione è sballata.

1′ Iniziato il secondo tempo

 

PRIMO TEMPO

FINE PRIMO TEMPO

41′ Corner battuto dalla Turris, arriva di gran carriera Vacca che va al tiro al volo: troppa potenza, palla fuori.

40′ Turris che insiste ancora: tiro di Vacca da posizione angolata, palla sopra la traversa.

34′ Altro tiro di Celiento dalla lunga distanza, palla fuori.

32′ Azione personale di Celiento che si infila tra i due centrali, anticipa il tiro calciando di punta, ma la conclusione è deviata in corner.

31′ Punizione a giro battuta da Celiento, palla direttamente sul portiere.

26′ Tiro di Celiento dalla distanza, palla fuori.

26′ Partita dal tasso di spettacolarità molto basso. Pochissime azioni degne di nota e ritmi blandi.

20′ Bell’azione di Cunzi dalla sinistra, che con la finta elude un difensore e mette in mezzo un buon pallone sul quale, però, non arriva nessun corallino

11′ Partita da bassi ritmi, la Turris controlla il pallino del gioco ma senza creare pericoli a Scolavino.

5′ Primo tiro in porta ad opera di Longo, che però angola troppo la conclusione

1′ E’ iniziata la partita!

 

Turris: Casolare, Esempio, Marotta, Franco, Varchetta, Lagnena, Vacca (37′ st Leone), Auriemma (31′ st Formisano), Longo (43′ st Guarracino), Cunzi (37′ st Signorelli), Celiento.

A disp.: D’Inverno, Federico, Leone, Aliperta, Fabiano, Formisano, Signorelli, Messina, Guarracino. All.: Grimaldi.

Nocerina: Scolavino, Montuori, Salto, Coulibaly (29′ st Cioffi), Caso, Pecora, Odierna, Di Martino (19′ st Silano), Simonetti, Orlando, Vatiero (42′ st Festa).

A disp.: Novelli, Cioffi, De Feo, Di Fraia, Ferri, Festa, Capaccio, Silano, Giorgio. All.: Viscido.

Marcatori: 26′ st Cunzi, 32′ st Longo, 44′ st Cioffi; Ammoniti: Celiento, Esempio.

Arbitro: Ermes Fabrizio Cavaliere di Paola

Orgoglio Corallino

Orgoglio CorallinoSabato 1 settembre si terrà il quarto raduno dei tifosi della Turris del Centro-Nord Italia. L’evento, organizzato dall’associazione Orgoglio Corallino, vedrà Livorno come città scelta per permettere ai tifosi corallini di incontrarsi. Una scelta non casuale. Livorno, infatti, è una tappa facile da raggiungere e abitata da tanti torresi. Ma non solo.

Torre del Greco e Livorno sono legate da un tragico evento: il disastro del Moby Prince. Il 10 aprile del 1991 morirono 140 persone, 7 delle quali originarie proprio di Torre del Greco. Il raduno, quindi, non sarà solo un evento di sana aggregazione, ma anche un momento per ricordare una tragedia di cui si parla troppo poco.

Torre del Greco è una città di mare – si legge nel comunicato di Orgoglio Corallino – Torre del Greco è una città di professionisti che convivono quotidianamente col mare. Torre del Greco è una città di marittimi che conoscono fascino e bellezza del mare ma anche sacrificio e difficoltà per una quotidianità con le famiglie spesso compromessa. I professionisti del mare, e la cittadinanza, accettano i rischi del mestiere ma non i disastri. Non i disastri senza giustizia. Abbiamo deciso Livorno soprattutto per questo motivo. Per tenere alta l’attenzione su un disastro che non ha trovato ancora giustizia. E’ una forma di rispetto per essere vicini ai familiari delle vittime“.

Di seguito, la locandina dell’evento con tutte le info utili:

Nel post-gara di Turris-Pomigliano ha parlato l’allenatore corallino Teore Grimaldi. Queste, le sue dichiarazioni: “Nella prima gara ufficiale c’è sempre un po’ di emozione, ma abbiamo fatto delle buone cose, sia nella prima che nella seconda parte. Mi ritengo soddisfatto dopo più di un mese di lavoro. Si intravede la potenzialità offensiva di questa squadra. Davanti abbiamo fatto buone giocate, gli attaccanti hanno dialogato bene. Positivo il fatto che siano andati a segno tutti e tre nel primo tempo. Bisogna insistere su alcuni principi e limare alcune situazioni“.

Sulla rosa ed i possibili ballottaggi: “Abbiamo una rosa omogenea, sotto tutti i punti di vista. Ci sarà una concorrenza sana e leale, come è giusto che sia, e di volta in volta decideremo chi scenderà in campo la domenica. La Coppa Italia? E’ nel mio modo di vedere il calcio quello di giocare per vincere tutte le partite“.

Sui gironi e sugli obiettivi stagionali: “Bari o Avellino? Se parliamo di blasone e di bellezza del torneo, mi piacerebbe incontrarle entrambe. Il Bari farà lo stesso percorso del Parma. Noi abbiamo il nostro percorso da fare, cercando di migliorarci di volta in volta. Cercheremo di fare un campionato di vertice, non lo nascondiamo, ma non siamo obbligati a vincere“.

Ha parlato, infine, anche il direttore sportivo Antonio Governucci: “Ringrazio i tifosi per il murales fatto settimana scorsa. Oggi sono stati encomiabili, ed hanno sostenuto la squadra anche sotto la pioggia battente. Per quanto riguarda la partita, in campo si è vista una differenza di valori tecnici. Ci sono state delle forti individualità, ma anche degli errori da correggere. Questa è una rosa importante, il mister sa di avere non una squadra ma due squadre titolari“.

Prosegue: “Farei un plauso ai ragazzi che hanno avuto meno visibilità durante il ritiro di Fiuggi. Sui singoli, oggi la prestazione di Auriemma è stata super, importante anche la gara di Marotta. E poi i big, che lo sappiamo quanto facciano la differenza. I gironi? Sappiamo che possiamo capitare in un girone importante, ma siamo consapevoli della nostra forza. Chi prenderà la Turris avrà un grosso problema. Mercato? Qualora dovesse capitare l’occasione, cercheremo di migliorare questa rosa. E’ normale che da parte vostra è stato evidenziato il fatto che il reparto che desta meno serenità è la difesa“.

Buona la prima per la Turris, vittoriosa 4-0 contro il Pomigliano nel turno preliminare di Coppa Italia. Grande spettacolo quello visto oggi al Liguori. I corallini sembrano già in palla in vista dell’inizio della Serie D, che quest’anno vedrà le due mine vaganti Bari ed Avellino a scompigliare i piani di chi ha allestito una squadra per puntare alla promozione in Lega Pro.

Nel post-gara ha parlato il presidente dei corallini Antonio Colantonio, che ha ribadito la volontà di puntellare ancora la rosa (qualora si presenti l’occasione giusta) e non teme un eventuale girone con Bari ed Avellino. “Nonostante l’emozione per la prima in casa, questa squadra ha dimostrato carattere e di avere già un gioco – ha esordito Colantonio -. Dobbiamo continuare a lavorare, perché siamo convinti che è necessario migliorarci se vogliamo ambire a risultati importanti. Con la Nocerina sarà un’altra grande partita, con due tifoserie gemellate che promettono spettacolo. I tifosi mi stanno facendo innamorare della Turris, hanno realizzato un murales bellissimo e li ringrazio tanto“.

Sul campionato e l’incognita dei gironi di Serie D: “Gironi? Non ci preoccupiamo, vogliamo fare bene e divertire le persone. Partenza posticipata della D? E’ il calcio, per questo non bisogna mai parlare di obiettivi prima dell’inizio del campionato. Ci sono eventi non preventivabili. Il Bari di Adl? Mi stuzzica tantissimo avere il Bari di De Laurentiis nel girone. E’ un grande presidente, ed il Bari sarà una grande squadra. Qualsiasi cosa accada, noi ci comporteremo facendo il nostro calcio“.

Sull’agibilità del Liguori e sul mercato: “Stadio? Il Comune mi ha dato tutte le assicurazioni del caso, quest’anno non ci sono più gli spogliatoi pericolanti, quindi non dovrebbero esserci problemi in tal senso. Mercato? Se c’è una possibilità, in qualsiasi ruolo, io non mi tirerò indietro“.