Evacuo: “Non dobbiamo più sbagliare”. Vitaglione: “Possiamo fare ancora meglio”

EvacuoProtagonista con una doppietta, Davide Evacuo si è presentato ai giornalisti nel post-gara di Turris-Sarnese. Ecco cosa ha detto: “Con la coda dell’occhio ho visto il portiere che usciva in ritardo su quel pallone e mi è andata bene. Bisogna essere anche un po’ fortunati in quelle circostanze. Il secondo gol? Mi sentivo bene nelle gambe, ho provato ad allungare il passo e poi, lì in mezzo, da attaccante non potevo che andare al tiro. In area di rigore non riesco a passare il pallone – scherza Evacuo – Il confronto con i tifosi ci è servito, perché le critiche quando sono costruttive sono sempre importanti“.

Prosegue: “Secondo me la Turris è sempre la stessa. Credo che la squadra abbia pagato lo sforzo fisico di Sersale. Non è semplice giocare ogni 3 giorni. Abbiamo fatto una partita in cui abbiamo dato tanto ed il gol è arrivato solo allo scadere. Non è una scusante, ma certamente eravamo un po’ stanchi. Oggi, invece, abbiamo dimostrato tutto il nostro valore. Domenica ci aspetta una partita importante, dopo due passi falsi non possiamo più sbagliare. Picci? Mi trovo bene con tutti gli attaccanti della rosa. Non credo che la coppia Picci-Evacuo sia quella titolare. In questa squadra gioca chi sta meglio“.

Infine, dopo mister Giacomarro e Davide Evacuo, ha parlato anche il direttore sportivo della Turris Francesco Vitaglione: “Non mi esalto se si evince e non mi deprimo se si perde. Le somme si tirano alla fine. Negli ultimi giorni c’era un po’ di scoramento, per capire come sia stato possibile perdere mercoledì, con tutto il rispetto per il Roccella. Giovedì c’è stato un incontro civilissimo con i tifosi, nel quale è stato ribadita la vicinanza della tifoseria a questa squadra, con una specifica richiesta: uscire dal campo con la maglia sudata. E credo che oggi sia stata rispettata questa promesso“.

Prosegue: “Oggi abbiamo vinto 3-0, ma ci sono ancora ampi margini di miglioramento. Si può fare ancora meglio. In fase offensiva abbiamo fatto un passo avanti, in fase difensiva, invece, c’è ancora da registrare qualcosina. In attacco abbiamo un potenziale incredibile, spetta poi al mister scegliere chi schierare tra gli attaccanti in rosa. Classifica? Inutile guardare ai 3 punti persi col Roccella. Spero di vedere la Turris prima non dopo 8 giornate, ma alla fine del campionato“.

Potrebbe anche interessarti