Turris, Vitaglione: “Futuro? Decide Giugliano”. Baratto: “Fischi dei tifosi ingiusti”

vitaglione

La Turris rompe il silenzio stampa. Dopo un mese di bocche cucite, la società corallina ritorna a parlare con i giornalisti, e lo fa con il direttore sportivo Francesco Vitaglione ed il tecnico Giovanni Baratto. Ecco cosa ha detto il DS della Turris: “Danucci? Ha avuto 3 punti di sutura, a seguito di uno scontro allo scadere del primo tempo. Preso dalla rabbia, ha lanciato una bottiglietta d’acqua contro il muro. Così facendo, l’acqua è rimbalzata addosso al guardialinee. E così, è stato espulso. La partita? Sintetizza appieno questa annata balorda…il Leonzio non ha fatto nulla per vincere. Dopo un primo tempo giocato alla grande, in cui forse abbiamo visto la miglior Turris della stagione, non so cosa si potesse fare di più. Una traversa, un gol a tu per tu col portiere sbagliato, un gol salvato sulla linea di porta…non so cosa dire, lascio a voi i commenti. L’obiettivo? Si guarda partita per partita. Dobbiamo cercare di arrivare il più in alto in possibile in classifica. Ai ragazzi non posso appuntare niente. Giocare in 10, senza Danucci, non era semplice”.

Prosegue: “Nonostante l’inferiorità numerica, hanno cercato di vincere una partita complicata. Certamente, non ci aspettavamo di perdere in casa contro l’Aversa Normanna pur non avendo a disposizione Danti. Maraucci? E’ arrivato per sostituire il partente De Gol, ma di certo non ci aspettavamo che si facesse espellere dopo 40 minuti di gioco. Alla Turris gira tutto storto. Dopo un primo tempo del genere mai avrei pensato di perdere 2-0. Se non si vince Giugliano va via? Apprendo le sue parole dai giornali. Il presidente può fare e disfare quello che vuole. Ognuno risponde delle proprie dichiarazioni“.

Baratto: “Dopo un buon filotto, siamo incappati in una serie di sconfitte. Oggi ho visto la più bella Turris di quest’anno, almeno nel primo tempo. Meritavamo di segnare almeno 2 gol a fine primo tempo. Obiettivo? Adesso si fa dura…ma mancano ancora tantissime gare. Un filotto importante di vittorie ci potrebbe proiettare in alto. Per adesso, viviamo alla giornata. L’espulsione di Danucci è stata incredibile. Ci gira tutto contro. Dobbiamo fare qualsiasi cosa per cercare di cambiare questa tendenza negativa. I fischi dei tifosi? I ragazzi non li meritavano, soprattutto quei cori così brutti a fine gara. Mercato? Sono stati fatti degli errori in buona fede. Non posso entrare in determinati argomenti. Non credevo che Picci e De Gol ci abbandonassero così. Ci sono delle situazioni un po’ particolari, posso solo dire che io lavoro ogni giorno per questa squadra. Pensavamo di poter sopperire alle assenze ed aspettare giocatori importanti come Improta e Gallozzi. Chi pensava che dopo 3 vittorie potessimo incorrere in questi risultati così negativi?”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più