Turris-Rende 0-1: corallini (in 9 uomini) sconfitti. Decide il rigore di Actis

Si complica terribilmente la corsa ai play-off della Turris. Dopo la sconfitta di domenica scorsa contro il Gladiator, in trasferta, la squadra di Baratto cade ancora, in casa. Il Rende conquista i 3 punti grazie ad un rigore di Actis. Gara in discesa per gli ospiti a seguito della doppia espulsione della Turris. Una partita, quindi, condizionata dall’arbitraggio, che ha fatto letteralmente scatenare il pubblico del Liguori.

L’episodio più importante arriva verso la fine del primo tempo, quando Perinelli commette un ingenuo fallo di reazione. Il difensore viene espulso, e violente sono le proteste. A farne le spese è Joof, espulso anche lui per aver (presumibilmente) detto qualche parola di troppo. Fino a quel momento, la Turris era ampiamente in partita, andando più volte a tiro con Varriale, contro le 0 conclusioni del Rende. L’occasione più ghiotta arriva già al 3′, quando Improta per poco non approfitta di un retropassaggio sbagliato da parte di Marchio verso il portiere.

La ripresa inizia con la Turris in 9, e con anche le espulsioni del dg Vincenzo Calce e del ds Francesco Vitaglione. Baratto cerca di ricompattare la squadra, per quanto possibile. Il modulo diventa un 4-3-1, con Schettino costretto a fare il terzino sinistro ed il solo Improta davanti. Il Rende spinge, e all’11’ trova l’episodio che sblocca la gara. Abagnale interviene per respingere un pallone, toccando anche Vivaqua. L’arbitro vede un fallo dell’estremo difensore corallino, e concede quindi il rigore. Dal dischetto si presenta Actis, che non sbaglia e porta la sua squadra in vantaggio.

Nel finale Baratto le prova tutte, inserendo anche Tarallo. I corallini riescono anche a conquistare diverse palle inattive, ma non bastano per trovare l’insperato gol del pareggio. La Turris quindi perde, ma la Palmese non scappa, avendo perso 2-1 in casa della Sicula Leonzio. La corsa ai play-off si deciderà domenica prossima, con lo scontro diretto tra Palmese e Turris. I corallini dovranno fare a meno di diversi uomini, con una rosa falcidiata da infortuni e squalifiche pesanti.

Potrebbe anche interessarti