Turris, Follera: “Torre del Greco mi è rimasta nel cuore, volevo ritornare qui”

Al termine di Turris-Gragnano ha parlato anche Mario Follera, centrale di difesa della retroguardia corallina. Ecco cosa ha dichiarato: “Abbiamo iniziato bene nei primi 10 minuti, poi ci siamo un po’ impauriti dopo aver subito gol. E questo non deve succedere, perché giochiamo in una piazza importante come quella di Torre del Greco. Nel secondo tempo abbiamo giocato prevalentemente nella loro metà campo. Bisogna dare qualcosa in più per raggiungere l’obiettivo della salvezza“.

Prosegue: “Abbiamo la fortuna di avere un settore giovanile composto da ragazzi talentuosi, che possono crescere ulteriormente. Di certo oggi mancavano giocatori importanti a centrocampo, soprattutto in termini di esperienza, ma bisogna comunque fare un plauso ai nostri giovani, che devono continuare a seguire la strada di mister Carannante. Il futuro della Turris sta nelle loro mani“.

Sulla piazza: “L’applauso a fine gara? E’ sintomo di competenza da parte della piazza di Torre del Greco. Ha visto che la squadra ha lottato, e meritava qualcosa in più, alla luce delle diverse occasioni sciupate. Gli applausi sono stati meritati. Il pubblico ci darà una mano, ma lo do già per scontato. Devo essere sincero, la piazza di Torre del Greco è una di quelle in cui sarei voluto ritornare, la città mi era rimasta nel cuore. Da parte mia spero solo di dare il massimo, così come ho fatto in altre piazze“.

Potrebbe anche interessarti