Grimaldi: “Puntiamo ad un campionato di vertice, ma non siamo obbligati a vincere”

Nel post-gara di Turris-Pomigliano ha parlato l’allenatore corallino Teore Grimaldi. Queste, le sue dichiarazioni: “Nella prima gara ufficiale c’è sempre un po’ di emozione, ma abbiamo fatto delle buone cose, sia nella prima che nella seconda parte. Mi ritengo soddisfatto dopo più di un mese di lavoro. Si intravede la potenzialità offensiva di questa squadra. Davanti abbiamo fatto buone giocate, gli attaccanti hanno dialogato bene. Positivo il fatto che siano andati a segno tutti e tre nel primo tempo. Bisogna insistere su alcuni principi e limare alcune situazioni“.

Sulla rosa ed i possibili ballottaggi: “Abbiamo una rosa omogenea, sotto tutti i punti di vista. Ci sarà una concorrenza sana e leale, come è giusto che sia, e di volta in volta decideremo chi scenderà in campo la domenica. La Coppa Italia? E’ nel mio modo di vedere il calcio quello di giocare per vincere tutte le partite“.

Sui gironi e sugli obiettivi stagionali: “Bari o Avellino? Se parliamo di blasone e di bellezza del torneo, mi piacerebbe incontrarle entrambe. Il Bari farà lo stesso percorso del Parma. Noi abbiamo il nostro percorso da fare, cercando di migliorarci di volta in volta. Cercheremo di fare un campionato di vertice, non lo nascondiamo, ma non siamo obbligati a vincere“.

Ha parlato, infine, anche il direttore sportivo Antonio Governucci: “Ringrazio i tifosi per il murales fatto settimana scorsa. Oggi sono stati encomiabili, ed hanno sostenuto la squadra anche sotto la pioggia battente. Per quanto riguarda la partita, in campo si è vista una differenza di valori tecnici. Ci sono state delle forti individualità, ma anche degli errori da correggere. Questa è una rosa importante, il mister sa di avere non una squadra ma due squadre titolari“.

Prosegue: “Farei un plauso ai ragazzi che hanno avuto meno visibilità durante il ritiro di Fiuggi. Sui singoli, oggi la prestazione di Auriemma è stata super, importante anche la gara di Marotta. E poi i big, che lo sappiamo quanto facciano la differenza. I gironi? Sappiamo che possiamo capitare in un girone importante, ma siamo consapevoli della nostra forza. Chi prenderà la Turris avrà un grosso problema. Mercato? Qualora dovesse capitare l’occasione, cercheremo di migliorare questa rosa. E’ normale che da parte vostra è stato evidenziato il fatto che il reparto che desta meno serenità è la difesa“.

Potrebbe anche interessarti