Rapina al supermercato: Papà-eroe muore per sventare il colpo

Omicidio-a-Castello-di-Cisterna.-Ucciso-mentre-sventa-una-rapina-2

Voleva sventare una rapina ma è stato ucciso davanti agli occhi della figlioletta di appena un anno e mezzo. Così è morto un giovane rumeno di 37 anni, nella serata di ieri, a Castello di Cisterna, in provincia di Napoli.

Anatoliy Korol, questo il nome della vittima, si era recato in compagnia della figlia al supermercato “Piccolo” nei pressi del quartiere popolare “Cisternina” quando, verso le 20.00, ha visto entrare nel supermercato due uomini sospetti.

L’uomo dopo aver fatto la spesa, si era portato verso l’uscita quando ha visto entrare due uomini completamente vestito di nero con casco integrale. Non ha esitato neppure un secondo Anatoliy che, dopo aver adagiato la bimba nel carrello parcheggiato all’esterno della struttura, ha seguito i balordi all’interno dell’esercizio commerciale cercando di bloccare uno dei due che, nel frattempo, aveva estratto la pistola puntandola verso il cassiere.

In pochi minuti è nata una colluttazione tra i tre dalla quale Anatoliy non è uscito vivo. Uno dei due malviventi infatti non ha esitato ad esplodere alcuni colpi di arma da fuoco, colpendo inoltre l’uomo con due coltellate alla schiena.

Non c’è stato nulla da fare per il papà-eroe che,  all’arrivo dei soccorsi, era già privo di vita.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più