Assenteismo e truffe al Cardarelli: denunciati otto dipendenti

cardarelli

Un blitz degli agenti del commissariato Arenella ha smascherato la truffa ai danni dell’Ospedale Cardarelli di Napoli da parte di otto degli undici centralinisti. I dipendenti sono stati denunciati, innanzitutto, per assenteismo: dei tre previsti per i turni ne rimaneva solamente uno. Inoltre, con la scusa di coprire i colleghi assenti gli altri richiedevano anche lo straordinario con un introito aggiuntivo di 3.000 euro mensili, ai danni dell’Ospedale.

Mesi di indagine da parte del commissariato sono riusciti a dirimere tutti i dettagli di una truffa andata avanti per anni: i colleghi presenti timbravano il cartellino per tutti e tramite dichiarazioni fittizie veniva chiesta l’assegnazione degli straordinari. Secondo quanto riporta il Corriere del Mezzogiorno i denunciati sarebbero R.A. di 56 anni di Mugnano di Napoli, di I.S. 59enne di Somma Vesuviana, di F.P: 53 anni di Striano, di S.C. 60 anni di Napoli, M.A. 56 anni di Giugliano in Campania, di V.L. 41 anni di Giugliano in Campania, di Q.R. 52 anni di Sant’Antimo, di E.A. 63 anni di Sant’Anastasia e di G.V. 59 anni di Sant’Antimo.

LEGGI ANCHE
Lorenzin contro l'abuso del pronto soccorso: "Ricordo che a Napoli..."

Il direttore dell’ufficio tecnico e Provveditorato dell’ospedale Cardarelli ha coadiuvato gli agenti nel corso delle indagini. Gli altri due centralinisti, diversamente abili, erano completamente all’oscuro delle attività dei colleghi e, anzi, si sono trovati spesso a gestire il turno da soli a causa dell’assenteismo.

Potrebbe anche interessarti