La prima donna pilota di F1 è napoletana

De Filippis

Passata alla storia come “Pilotino“, Maria Teresa De Filippis (Napoli, 11 novembre 1926 – Scanzorosciate, 8 gennaio 2016) era napoletana e proprio in provincia di Salerno vinse nel 1948 la sua prima gara. Si trattava della 10 Km di Cava dé Tirreni e lei, di appena 22 anni, si aggiudicò la vittoria al volante di una Fiat 500, vincendo così una scommessa contro alcuni dei suoi coetanei maschi.

Poi, nel 1956, fu notata dal mondo dei Gp aggiudicandosi il secondo posto (fuori campionato) al volante di una Maserati Sport nella corsa di contorno al Gp di Napoli F1.

Nel 1958 Maria Teresa De Filippis disputò la sua prima gara in Formula 1 al volante di una Maserati 250 F, alla quale è indissolubilmente legata la sua intera, seppur breve, carriera da pilota. Nello stesso anno prese parte ad altre gare e ottenne il suo miglior punteggio nel Gran Premio del Belgio, aggiudicandosi la decima posizione, a due giri dal vincitore Tony Brooks su Vanwall.

Alla De Filippis toccò lo stesso trattamento riservato a tutte le donne che, in momento storico caratterizzato da una innegabile sottovalutazione delle capacità femminili, osavano aspirare e cimentarsi in mestieri ritenuti prettamente maschili. Molti furono, infatti, i pregiudizi che Maria Teresa dovette affrontare come quando il Direttore di gara del Gp di Francia a Reims le proibì di gareggiare sostenendo che l’unico casco adatto a una donna fosse quello del parrucchiere.

Un tragico incidente, avvenuto nel 1959, fece maturare in Maria Teresa la decisione di ritirarsi definitivamente dal mondo dei Gp. Quello stesso anno, infatti, l’amico Jean Behra persa la vita in un drammatico incidente avvenuto nel corso di una gara alla quale anche la De Filippis avrebbe dovuto prendere parte e proprio al volante di quella vettura sulla quale avrebbe dovuto gareggiare lei stessa.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più