Video. Aeroporto archeologico a Capodichino: è un percorso unico al mondo

Haec est Italia Diis sacra: così risuonano le parole di Plinio il Vecchio tra le statue di Nike, Hermes, Trittolemo ed Urania all’Aeroporto Capodichino di Napoli, dove oggi è stata inaugurata la mostra “In volo con l’arte”.

L’aeroporto, dunque, si è trasformato in un Museo Archeologico. Nell’area dei controlli prima dell’imbarco, i viaggiatori potranno seguire questo percorso dedicato al viaggio e al volo, attraverso queste quattro bellissime statue in prestito dall’Archeologico di Napoli. Paolo Giulierini, direttore del Museo Archeologico di Napoli spiega: “La statua originale di Urania, musa dell’astronomia è stata scelta proprio per legare il concetto del volo e del cielo all’aeroporto” e aggiunge: “Speriamo di volare in alto”.

Foto di Alessandro Fidato

Da oggi ‘aeroporto archeologico’ sarà con un percorso unico al mondo all’interno di uno scalo aeroportuale. Non solo Urania, sarà possibile ammirare la statua di Nike, trovata a Napoli, una copia di Hermes della Villa dei Papiri (legata al tema del volo), il Triclinium ed i mosaici dei Musici e dei Teatranti di Pompei. L’idea è quella di immergere subito i passeggeri dell’aeroporto di Napoli nella magnificenza del patrimonio archeologico e culturale campano.

Foto di Alessandro Fidato

“Sarà un bellissimo biglietto da visita sia per i viaggiatori in arrivo sia per tutti quelli che si porteranno con sè uno splendido ricordo della città di Napoli”, ha aggiunto Giulierini.

Presente anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che dice: “Legare le infrastrutture con la storia e con l’archeologia l’abbiamo fatto con la metropolitana, diventando famosi nel mondo, lo si sta facendo con l’aeroporto, con il porto. Napoli come ricchezza in questo senso non è seconda a nessuno e poi ha una grande sinergia che serve per il rilancio turistico della città”.

[youtube height=”360″ width=”100%”]https://www.youtube.com/watch?v=cqu-vm7rLyQ&feature=youtu.be[/youtube]

Potrebbe anche interessarti