Arresto immediato per i parcheggiatori abusivi: la proposta in Parlamento

Arresto immediato per i parcheggiatori abusivi: è questo l’emendamento presentato dal Movimento 5 Stelle in Commissione Giustizia della Camera, dove si sta lavorando per il nuovo decreto sicurezza.

Il decreto, che prevede poteri più ampi ai sindaci che dovrebbero poter collaborare in maniera più stretta con il Governo, contiene anche delle norme per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi.

Il Movimento 5 Stelle, tuttavia, ha presentato un emendamento per spingersi ancora oltre proponendo l’arresto immediato. La pratica, che ora costituisce illecito amministrativo, diventerebbe perciò un reato. Il fine è quello di contrastare in maniera decisa ed efficace il fenomeno dei “parcheggiatori abusivi” che risulta essere una vera e propria estorsione ai danni dei cittadini.

Secondo questo emendamento le pene sarebbero dai sei mesi ai due anni e, se il reato viene ripetuto, si raddoppiano. Nel caso in cui il reato sia commesso da minori o disabili, le sanzioni sono raddoppiate della metà.

Ecco il testo dell’emendamento:

1. Nel capo I del titolo II del libro secondo del codice penale, dopo l’articolo 348 è inserito il seguente:

“348-bis – Esercizio non autorizzato di guardiamacchine. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque esercita abusivamente, anche avvalendosi di altre persone, ovvero determina altri ad esercitare abusivamente l’attività di parcheggiatore o guardiamacchine è punito con l’arresto da 6 mesi a 2 anni e l’ammenda da 1.032 a 3.076 euro. Le sanzioni sono aumentate della metà se nell’attività sono impiegati minori o disabili. In caso di recidiva le sanzioni sono raddoppiate. Si applica, in ogni caso, la sanzione accessoria della confisca delle somme percepite.”

2. Il comma 15-bis dell’articolo 7 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni, è abrogato.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più