#selfiecare. A Napoli parte lo screening gratuito contro i tumori per 680mila persone

Un importante progetto per la prevenzione è stato ideato dall’Asl Napoli 2 Nord grazie all’hashtag #selfiecare. Un complesso lavoro di screening per i tumori, un progetto importante, che coinvolgerà circa 680mila pazienti in 3 anni.

L’obiettivo è individuare precocemente eventuali tumori del seno, del colon retto e della cervice uterina, un modo per garantire maggiori possibilità di guarigione. L’Asl, per raggiungere l’obiettivo ha contattato i professionisti del settore su tutto il territorio, più di 800 medici di famiglia che con l’aiuto di una piattaforma informatica potranno integrare medici ospedalieri e specialisti coinvolti. La promozione della prevenzione avverrà anche grazie al “passaparola” dei canali social e realizzando una serie di eventi per informare i cittadini.

Come riportato da prevenzione-salute.it, Antonio d’Amore, direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord ha spiegato: «La prevenzione è un percorso culturale prima ancora che sanitario, per questo occorre trovare un dialogo con i pazienti. In questo senso da un lato abbiamo voluto valorizzare il ruolo del medico di famiglia, facendolo diventare anche in questo caso il primo riferimento informativo del cittadino e coinvolgendolo nei percorsi di screening Dall’altro stiamo chiedendo ai pazienti di diventare testimonial del proprio atto di prevenzione. Parallelamente, come Azienda, stiamo programmando una serie di appuntamenti, utili a far conoscere le opportunità di prevenzione assicurate dal programma #selfiecare».

Di seguito alcune info in merito al servizio:

Ogni medico di famiglia, grazie alla banca dati #selfiecare, potrà consultare gli elenchi dei propri pazienti che elencati per età e sesso e che devono essere inseriti nel programma di prevenzione. Questo servizio farà in modo che ogni medico contatterà i propri pazienti per informarli sul programma di prevenzione e per prenotare direttamente dal proprio studio gli esami diagnostici o per consegnare direttamente i kit per le analisi (nel caso del tumore del colon retto).

I social sono fondamentali per il passaparola e per informare i cittadini dell’esistenza del servizio non a caso è stata denominata #selfiecare, in modo che ogni singolo cittadino può comunicare e ricevere le info necessarie in merito alla prevenzione. Coloro che aderiranno grazie allo screening troveranno presso le sedi dell’ASL delle “cornici” personalizzate col tema della campagna. Ciascun paziente potrà scattare un “selfie”con la cornice e pubblicarlo sui social network. In questo modo, i cittadini saranno testimonial della campagna.

Gli incontri informativi, altro elemento fondamentale saranno promossi sui 32 Comuni del territorio. Sarà diffuso materiale informativo e comunicare direttamente coi sanitari. Per informazioni in merito ai percorsi di screening è possibile rivolgersi al proprio medico di famiglia. Le prestazioni previste dagli screening sono gratuite e non richiedono il pagamento del ticket.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più