Addio alle monete da 1 e 2 centesimi: ecco perché

Le monetine da 1 e 2 sono probabilmente destinate a scomparire: è a quanto vorrebbe arrivare il PD attraverso un emendamento alla manovra bis. Lo scopo, tuttavia, non è quello di far felici tantissimi italiani che le considerano pressoché inutili, tanto da lasciarle sul bancone quando le ricevono come resto, ma quello di andare ad ingrassare il Fondo per l’Ammortamento dei titoli di Stato. Tale fondo è stato istituito nel 1993 con lo scopo di rimborsare o ritirare titoli di Stato dal mercato per favorire la riduzione dello stock del debito. La novità dovrebbe partire dal 2018.

L’emendamento recita: “Con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, da adottarsi entro il primo settembre 2017 si stabiliscono le modalità attraverso cui i pagamenti effettuati in contanti sono arrotondati nel periodo di sospensione”.

Per contrastare invece l’evasione del bollo le autofficine dovranno verificare il regolare pagamento della tassa, e nel caso in cui mancasse non si potrà procedere alla revisione se non una volta essersi messi in regola. Un altro emendamento, presentato da Fratelli d’Italia, riguarda l’abbassamento al 4% dell’iva sui prodotti per neonati e bambini fino a 3 anni, per alleggerire la pressione sulle famiglie.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più