L’ultimo femminiello di Napoli: “Matrimoni trans? Ci chiameranno sempre ricc***ni”

Carmela Cosmo, meglio conosciuta come La Tarantina, ha 81 anni ed è uno degli ultimi femminielli di Napoli. Oggi vive nel cuore della città, in una piccola stanza ai Quartieri Spagnoli, dove spesso ripensa alla sua vita piena di avventure, il più delle volte brutte, fatte anche di violenza e solitudine.

Oggi, però, il mondo sta cambiando, e trans e omosessuali stanno conquistando sempre più diritti, prima tra tutti quello delle unioni civili. Un mese fa, circa, ad Aversa si è celebrato il primo matrimonio trans d’Italia, ma alla Tarantina non è piaciuto tutto questo clamore, come dichiarato al Corriere del Mezzogiorno:

“Che cosa ha voluto fare questa persona trans che si è sposata? Che cosa mi vuole dire? Ora questa persona dice ‘mi sono sposata’, d’accordo, ma ti stai esibendo per cosa? Per darti visibilità? Il mondo oggi è pieno di omosessuali, l’esclusività l’ho portata io, perché ho 81 anni, lascio immaginare cosa sono stati i miei anni. Oggi il loro mondo è tutto rosa, quello che vogliono ottenere lo ottengono. Avrei voluto vedere se negli anni nostri era possibile. Quali battaglie hanno fatto? Devono ringraziare me che gli ho spianato la strada”.

Eppure, nonostante i passi avanti, secondo il celebre femminiello non saranno mai abbastanza per eliminare le discriminazioni: “Finché ci sarà vita sulla terra la discriminazione non finirà, altre tre generazioni grideranno ricc***e, sono inutili tutte queste discussioni”.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più