Giffoni. Picchiata, torturata e rinchiusa nella gabbia del cane: condannato l’ex violento

Giffoni. Derubata dei suoi risparmi, picchiata, sequestrata, torturata con cicche di sigarette, svilita e rinchiusa nella gabbia del cane fra escrementi ed insetti. Sono solo alcuni dei soprusi denunciati da una 50enne di Giffoni attribuiti al suo ex convivente. L’uomo, un 44enne di Giffoni, è stato condannato a 5 anni e 4 mesi per i reati di violenza sessuale, maltrattamento, estorsione, stalking, minaccia ed ingiuria.

Il dramma della donna sarebbe cominciato nel 2013 quando, appena separata dal marito, ha trovato conforto nel nuovo compagno. L’uomo appariva gentile ed affettuoso, il cambiamento sarebbe avvenuto dopo la convivenza. In particolare, la donna sarebbe stata costretta a pagare le rate di un mutuo per la casa intestata alla madre del suo aguzzino, investimento di cui lei non avrebbe potuto beneficiare. Come prove sono stati raccolti moltissimi messaggi contenenti minacce gravissime da parte dell’uomo, molte di natura sessuale.

Potrebbe anche interessarti