Immacolata, Festa Nazionale delle Due Sicilie: messa in rito romano antico

Napoli – Venerdì 8 dicembre 2017 alle ore 11,30, si terrà presso il Santuario di San Gaetano Thiene in piazza San Gaetano 78, una Messa in Rito Romano Antico in occasione della Festività della Madonna Immacolata. La funzione si avvale della collaborazione organizzativa del Real Circolo Francesco II di Borbone. Celebrerà il Reverendo D. Giorgio Lenzi, dell’Istituto Buon Pastore.

Sarà presente una delegazione del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e il Marchese Carlo de Gregorio Cattaneo, Principe di Sant’Elia, Delegato di Napoli e Campania per l’Ordine in rappresentanza del suo Gran Maestro, S.A.R. Don Pietro di Borbone – Due Sicilie, Duca di Calabria.

Nel giorno dell’Immacolata Concezione si celebra, infatti, anche l’unione formale tra il Regno di Napoli e il Regno di Sicilia che andarono poi a costituire il Regno delle Due Sicilie. L’Immacolata Concezione è diventata poi la patrona dell’antico Regno delle Due Sicilie.

Al termine della funzione, si svolgerà la cerimonia di benedizione delle bandiere delle Due Sicilie. Assisterà alla Messa anche un anche un gruppo folkloristico vestito con abiti della tradizione napoletana e meridionale, che, a cerimonia conclusa, eseguirà canti natalizi.

“Per invocare la sua intercessione e per far benedire i nostri antichi vessilli” – affermano gli organizzatori della cerimonia, che aggiungono – “La bandiera delle Due Sicilie, lungi dal costituire un vile simbolo politico, è la rappresentazione dell’identità, della coesione e dell’appartenenza alla loro antica nazione dei popoli dell’Italia meridionale, oggi parte fondamentale e imprescindibile dell’intera penisola, con un altissimo valore evocativo. Infatti in essa è racchiuso quasi un millennio di storia del Mezzogiorno d’Italia e dell’Europa: il suo significato simbolico parte dagli Svevi e, passando per gli Angiò e gli Aragonesi, arriva attraverso i Borbone ai nostri giorni. Questa bandiera diviene pertanto un potente veicolo di emozioni che incarna i tre valori fondamentali peculiari di una comunità di persone: identità, coesione e appartenenza”.

La funzione si inserisce nel ciclo delle celebrazioni promosse, a norma del motu proprio “Summorumpontificum cura”, dal “CoetusFidelium San Gaetano e Sant’Andrea Avellino”.

Evento facebook.

Potrebbe anche interessarti