Influenza, Cardarelli preso d’assalto: rischio collasso per i pronto soccorso

Napoli – Il Pronto Soccorso del Cardarelli è stato letteralmente preso d’assalto tra ieri notte e oggi a causa dell’influenza. L’ospedale per far fronte a questa emergenza ha richiamato tutto il personale infermieristico e gli operatori socio-sanitari almeno fino a lunedì 8 gennaio quando si deciderà se prolungare questo stato di emergenza.

La situazione potrebbe peggiorare ancora nelle prossime ore e nei prossimi giorni visto che gli esperti dicono che la prossima settimana si raggiungerà il picco dei contagiati dall’influenza.
Il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, chiede la collaborazione di tutti.

“Per scongiurare il sovraffollamento dei pronto soccorso senza una reale esigenza, è necessario che i medici di base e quelli delle guardie mediche diano la massima assistenza ai cittadini alle prese con l’influenza, con una particolare attenzione per anziani, bambini e tutte quelle persone che rischiano maggiori complicazioni”

Ha aggiunto Borrelli: “Qualora fosse necessario, le Asl prevedano anche turni straordinari, aumentando il numero di medici di turno nelle guardie mediche soprattutto in questo e nel prossimo fine settimana, giorni in cui i medici di base, in genere, non sono disponibili”.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più